Loading
IT
EN
FR
DE
ES
IT
EN
FR
DE
ES
EDITH DEKYNDT Mostra tutte le foto
EDITH DEKYNDT Mostra tutte le foto
EDITH DEKYNDT Mostra tutte le foto
conclusa

EDITH DEKYNDT:

SONG TO THE SIREN

Dal 13 marzo al 22 aprile 2024

Teatrino di Palazzo Grassi

Teatrino di Palazzo Grassi

Calle Grassi, Venezia

Aperto adesso: dalle 10:00 alle 19:00

Profilo verificato


Nella luce di un mattino dell’autunno 2022, Edith Dekyndt ha ripreso una giovane donna sdraiata nelle acque della laguna, accanto al Monumento della Partigiana che si trova lungo la riva, di fronte ai Giardini di Venezia. La giovane stringe nella mano un panno bianco con il quale pulisce, deterge, ripara, accarezza o, ancora, consola, la statua di bronzo che ritrae una donna d’altri tempi, parzialmente immersa nella laguna, le mani legate, probabilmente diretta verso la sua fine, come lo furono numerose partigiane, tra cui anche veneziane, durante la Seconda Guerra Mondiale.


In quest’opera video, presentata nel Foyer del Teatrino di Palazzo Grassi, Edith Dekyndt porta l’attenzione dello spettatore sulla possibilità di coltivare e di preservare la memoria, per scongiurarne una possibile ripetizione. La scultura in bronzo, realizzata nel 1969 dallo scultore Augusto Murer, è posizionata su una struttura e un piedistallo idraulico concepito da Carlo Scarpa.


L’opera “Song to the Siren” fa parte di una serie di azioni nelle quali lo stesso gesto viene ripetuto presso monumenti storici pubblici, scelti in virtù della loro risonanza nella contemporaneità. I titoli degli interventi riprendono sempre i titoli delle canzoni assumono un’eco aperta ed eterna. In questo caso il titolo è “Song to the Siren” (1970), brano scritto da Larry Beckett e Tim Buckley e reinterpretato nel tempo da numerosi artisti, da This Mortal Coil a Robert Plant.

Leggi di più

Altre Mostre

a Venezia

Ricerche correlate

Thomas Bayrle
PROJECT ROOM #9
Open Studio #2
Marta Czok EX_PATRIA