spinner-caricamento
Share
Real Museo Mineralogico

Il Real Museo Mineralogico

Il Real Museo Mineralogico, con sede nei locali che furono della Biblioteca del Collegio Massimo della Compagnia di Gesù, fu istituito nel 1801 da Ferdinando IV di Borbone per creare un centro di ricerca per il rinvenimento di risorse minerarie nel Regno di Napoli e un luogo di istruzione per le giovani generazioni. Fra gli studiosi che contribuirono alla realizzazione di questo Museo, ricordiamo i sei mineralisti del Regno di Napoli che, a fine '700, raccolsero numerosi minerali dai più importati siti minerari europei e Arcangelo Scacchi, direttore del Museo dal 1844 al 1892, famoso cristallografo e vulcanologo. Il Real Museo ha svolto anche un importante ruolo culturale e socio-politico nella storia del mezzogiorno d'Italia. Tra gli eventi scientifici che si sono svolti nella magnifica sala monumentale, ricordiamo il VII Congresso degli Scienziati Italiani del 1845 che vide la partecipazione di 1600 scienziati. Tra gli eventi socio-politici, citiamo la seduta inaugurale della Camera dei Deputati del Parlamento napoletano costituitosi nel 1848 dopo la concessione della Costituzione da parte di Ferdinando II e nel 1860 fu uno dei dodici seggi elettorali per le votazioni sull'annessione del Regno delle Due Sicilie al Regno d'Italia. 

L'elevato valore storico e scientifico delle collezioni e la straordinaria sede collocano il Real Museo tra i più importanti musei di mineralogia d'Europa. La superficie espositiva, di circa 800 mq, è ripartita in un ampio corridoio d'accesso, un vestibolo, la sala monumentale e le sale dedicate ad Arcangelo Scacchi e Antonio Parascandola.

Gli spazi

Orari e biglietti

Indirizzo

via Mezzocannone, 8
80134 Napoli

Altri contatti

Scopri tutte le sedi: Centro Musei delle Scienze Naturali di Napoli


Altri musei a Napoli

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo