spinner-caricamento
Share
MEI - Museo Nazionale dell'Emigrazione Italiana

MEI - Museo Nazionale dell'Emigrazione Italiana

Il MEI - Museo Nazionale dell'Emigrazione Italiana si trova a Genova nella storica sede della Commenda di Prè. Inaugurato all'inizio del 2022, grazie al contributo e al sostegno del MIC Ministero della Cultura, il MEI vanta di essere un unicum nel panorama storico italiano e internazionale. 

Il percorso espositivo si sviluppa su 3 piani suddivisi in 16 aree, costruite intorno alle storie di vita dei protagonisti dell’emigrazione: le esperienze dei singoli sono proposte al visitatore attraverso fonti primarie come le autobiografie, i diari, le lettere, le fotografie, i giornali, i canti e le musiche che accompagnavano gli emigranti. Documenti che si fondono in un'unica narrazione, che mostra il fenomeno migratorio nelle sue numerose sfaccettature e articolazioni.

Un museo in movimento, come suggerisce il tema del viaggio. Quello che il visitatore intraprenderà tra le immagini e le storie dei milioni di italiani che hanno lasciato il nostro paese. Migranti di epoche diverse - dall’Unità d’Italia ad oggi - con una loro storia, persone che hanno affrontato il delicato momento della scelta di partire, decidendo di lasciarsi alle spalle il lavoro, la casa e la famiglia di origine.

I dati sulle partenze, i ritorni, le destinazioni, il lavoro, la salute, l’alimentazione, il razzismo, l’accoglienza, le tante motivazioni diverse per lasciare l’Italia che rappresentano il grande mosaico della migrazione saranno restituiti al visitatore attraverso strumenti interattivi e multimediali.

Gli spazi

Orari e biglietti

Indirizzo

Piazza della Commenda
16126 Genova

Altri contatti

Scopri tutte le sedi: Musei di Genova

account_balance Wolfsoniana
account_balance Palazzo Rosso
account_balance Palazzo Bianco
account_balance Palazzo Tursi
account_balance Villa Croce

Altri musei a Genova

Ricerche correlate

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo