Share
spinner-caricamento

Museo Storico della Fanteria verified

Roma, Lazio, Italia chiuso visita il museoarrow_right_alt

in corso Artsupp card Impressionisti l'alba della modernità

La mostra

La mostra celebrativa dei 150 anni dalla nascita ufficiale dell’Impressionismo, 15 aprile del 1874, si avvale dei contributi di collezionisti privati grazie ai quali è possibile ammirare oltre 160 opere originali di ben 66 artisti, usualmente poco o mai esposte. Un simile contributo rappresenta un’occasione unica per conoscere in modo più approfondito l’arte degli Impressionisti francesi le cui opere più importanti sono oggi custodite nei principali musei internazionali, in primis francesi. L’aspetto interessante derivante dai prestiti dei collezionisti privati, custodi di opere considerate minori, è quello di avvicinare il visitatore della mostra ad un percorso filologico e didattico per meglio comprendere l’evoluzione dei singoli artisti e la rivoluzione del movimento impressionista avvenuta nella seconda metà dell’800, e che ha aperto la strada ad un nuovo modo di concepire l’arte. Non solo. Il ruolo del collezionismo ha reso possibile, sin dagli esordi del movimento artistico francese, la sua diffusione ma anche la conservazione e, quindi, valorizzazione delle opere stesse, mentre il sistema dell’arte dominante le rifiutava.


Quando i primi artisti impressionisti fecero il loro debutto ufficiale, con la prima mostra organizzata dal fotografo Nadar a Parigi, che riuniva 31 artisti, l’accoglienza non fu affatto incoraggiante. È noto che lo stesso termine ‘impressionista’ fu coniato, in senso spregiativo, dal critico Louis Leroy che attaccò in particolare il dipinto di Claude Monet “Impressione, levar del sole”, oggi custodito al Musée Marmottan Monet di Parigi. Stessa sorte, un’aspra critica, l’aveva subìta nell’ Italia risorgimentale, oltre un decennio prima, il movimento degli artisti toscani oggi conosciuto come Macchiaioli, così apostrofati sulle colonne della Gazzetta del Popolo con intento denigratorio. I due movimenti artistici, entrambi rivoluzionari ed entrambi influenzati dalle dirompenti possibilità praticate della Scuola di Barbizon, in cui ritrovavano il loro sentimento antiaccademico, sono ugualmente debitori, per la loro diffusione e per il loro successo, all’interesse suscitato nei collezionisti e nei mecenati che intuirono la qualità delle opere. In più, gli stessi collezionisti favorirono la circolazione di opere dei Macchiaioli in Francia e degli Impressionisti in Italia, contribuendo alla loro reciproca conoscenza e, per certi aspetti, anche all’influenza degli artisti italiani su quelli francesi.

Immagini della mostra

Opere esposte

Orari e biglietti

Indirizzo

Piazza di Santa Croce in Gerusalemme, 9
00182 Roma

Altri contatti


Mostre a Roma

in scadenza date_range undefined

Mimmo Jodice

Fino al 14 aprile 2024

date_range undefined

Danilo Quintarelli

Fino al 21 aprile 2024

date_range undefined

Camilian Demetrescu

Fino al 21 aprile 2024

date_range undefined

Manuel Felisi 1:1

Fino al 21 aprile 2024

Ricerche correlate

in scadenza date_range undefined

COSMO

Fino al 19 aprile 2024

date_range undefined

LIBERTY IN TESSUTO

Fino al 01 maggio 2024

date_range undefined

Spiriti selvaggi

Fino al 05 maggio 2024

date_range undefined

Casa Balla

Fino al 05 maggio 2024

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo