spinner-caricamento
Share
Museo Archeologico Nazionale Concordiese

Museo Archeologico Nazionale Concordiese

Il Museo Nazionale Concordiese, primo Istituto Antiquario statale del Veneto postunitario, conserva i reperti provenienti dagli scavi dell’antica colonia romana Iulia Concordia e dal territorio limitrofo.

Inaugurato nel 1888, il museo venne edificato ex novo per dare collocazione al materiale emerso durante i fortunati scavi, condotti da Dario Bertolini, avvocato portogruarese appassionato di archeologia, nell’area urbana e nel “Sepolcreto dei Militi” di Concordia Sagittaria, nonché ai reperti conservati presso la collezione della notabile famiglia Muschietti e del Seminario Vescovile.

L’edificio, progettato dall’ingegnere Antonio Bon, presenta una struttura a forma di basilica paleocristiana a tre navate, sia per evocare la prima cristianità di Concordia, sia per rispecchiare il gusto stilistico dell’epoca, tendente a riproporre strutture dal richiamo medievale.

Il Museo conserva in gran parte quello che era l’allestimento ottocentesco: al piano terra si trova la grande sala a tre navate in cui sono esposti elementi architettonici, stele e monumenti funerari, ritratti e materiale epigrafico; in una sala contigua, a destra dell’ingresso, sono conservati dei ritratti in marmo, elementi decorativi pertinenti a spazi pubblici e privati di Concordia e monete rinvenute nell’agro concordiese.

Al primo piano, nelle tre sale sono esposti materiali pertinenti la fase preromana del sito e diversi reperti di epoca romana, quali bronzi, laterizi, ceramica, vetro, intonaci e gemme. Sono presentati anche alcuni dei pezzi rinvenuti durante gli scavi più recenti, tra cui materiale basso medievale.

Gli spazi

Collezione Permanente

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Seminario, 26
30026 Portogruaro

Altri contatti

Scopri tutte le sedi: Direzione regionale Musei Veneto


Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo