Share
Museo Civico e Diocesano di Camerino

Museo Civico E Diocesano Di Camerino

Camerino, al centro di una zona montana incontaminata, domina dalla sommità del colle la grande conca delimitata a sud-est dai Sibillini. Di origine umbra, municipio romano con propri magistrati, la città è sede vescovile già nel 465. Capoluogo di ducato longobardo, di contea e marca franche, si affaccia precocemente alla vita comunale. Distrutta nel 1259 dall’esercito di Manfredi, la città risorge ad opera della famiglia dei da Varano, che si manterrà al potere su un vasto territorio fino al 1539 dopo aver raggiunto la corona ducale. 

Attualmente le sede originarie dei musei cittadini sia civico che diocesano sono inagibili, ma dal 2019 le collezioni sia civiche che diocesane sono ospitate nell’Edificio “Venanzina Pennesi” che presenta allestimenti moderni e strumenti digitali all’avanguardia.

L'esposizione regala molta importanza alla civiltà figurativa del Quattrocento camerte: ‘la più notevole scuola pittorica delle Marche’, come l’ha definita Federico Zeri, caratterizzata da geometrie poetiche e luminose accompagnate da espressione di sentimenti teneri e schietti. Non può certo mancare quindi l’opera più emblematica e significativa per Camerino, l’Annunciazione e Cristo in pietà di Giovanni Angelo d’Antonio, manifesto più sorprendente del Quattrocento marchigiano.

Gli spazi

Orari e biglietti

Indirizzo

via Macario Muzio, 2
62032 Camerino

Altri contatti


Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento