logo
IT
EN
FR
DE
ES
logo
IT
EN
FR
DE
ES
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
Wael Shawky
in corso

Wael Shawky:

I Am Hymns of the New Temples

Dal 17 aprile al 30 giugno 2024

Museo di Palazzo Grimani

Museo di Palazzo Grimani

Castello Ramo Grimani, 4858, Venezia

Chiuso adesso: apre alle 10:00

Profilo verificato


Aprirà al pubblico mercoledì 17 aprile 2024, nella sede del Museo di Palazzo Grimani (“Ala Tribuna”) a Venezia, la mostra personale (anteprima museale internazionale) dell’artista egiziano Wael Shawky (Alessandria d’Egitto, 1971) intitolata I Am Hymns of the New Temples. 

A cura di Massimo Osanna (Direttore Generale Musei del Ministero della Cultura), Andrea Viliani (Co-curatore del programma Pompeii Commitment. Materie archeologiche) e Gabriel Zuchtriegel (Direttore del Parco Archeologico di Pompei), la mostra è organizzata in collaborazione fra il Museo di Palazzo Grimani e il Parco Archeologico di Pompei, e accompagna la partecipazione dell’artista alla 60. Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia, dove Shawky è stato invitato a rappresentare la Repubblica Araba d’Egitto al Padiglione Egitto.


La mostra riunisce l’opera filmica I Am Hymns of the New Temples -  realizzata dall’artista nel 2023 e che, dopo la sua anteprima al Parco Archeologico di Pompei, viene presentata a Venezia in anteprima museale internazionale – e una selezione di opere multi-materiche e disegni realizzati dall’artista fra il 2022 e il 2024. Il progetto espositivo è concepito come un dialogo ideale fra spazi e tempi differenti, in cui le opere contemporanee coesistono con le opere archeologiche e i saloni storici di Palazzo Grimani, delineando un percorso che dal Camaron d’Oro conduce prospetticamente alla cosiddetta Tribuna, nota anche come Antiquarium o Camerino delle Antichità, vero e proprio fulcro del palazzo e delle sue narrazioni.

Narratore di processi conoscitivi ed espressivi sospesi fra il documentabile e l’immaginabile, Wael Shawky esplora i modi in cui sono state scritte e raccontate le storie e analizza come esse abbiano modellato anche la realtà storica. Nelle sue opere – in cui si articolano film, disegno, pittura, scultura, installazione, performance e regia teatrale, sempre risultato di una ricerca sulle fonti storiche e letterarie – Shawky ci predispone infatti a una posizione di consapevolezza nei confronti dei meccanismi narrativi, antichi e contemporanei, con cui sono stati interpretati e trasmessi i fatti storici, sociali e culturali e, attraversando spazio e tempo, evoca una dimensione al contempo fattuale e immaginaria della storia e della società, come se esse non fossero mai definibili una volta e per sempre, o da un solo punto di vista.

Leggi di più

Info e orari

pointer icon

Castello Ramo Grimani, 4858, Venezia, Italia

Apri la mappa


Orari di apertura

apre - chiude ultima entrata
lunedì Chiuso
martedì 10:00 - 19:00 18:00
mercoledì 10:00 - 19:00 18:00
giovedì 10:00 - 19:00 18:00
venerdì 10:00 - 19:00 18:00
sabato 10:00 - 19:00 18:00
domenica 10:00 - 19:00 18:00

Altro in programma

al Museo di Palazzo Grimani

Altre Mostre

a Venezia

Ricerche correlate

TOMASO CLAVARINO, HAVE YOU EVER HEARD THE SOUND OF FALLING ROCKS?
Breasts
Ezio Gribaudo
NOSTALGIA