Share

La Camera di San Paolo a Parma deve la sua notorietà agli affreschi realizzati intorno al 1519 da Antonio Allegri, detto il Correggio (1489 ca.-1534), in una delle stanze dell’appartamento della badessa Giovanna da Piacenza, donna di vasta cultura, che aveva raccolto attorno a sé una cerchia ristretta di studiosi e umanisti. Per l’originalità dell’invenzione illusionistica e la raffinatezza dei motivi decorativi, questo ambiente rappresenta uno dei massimi capolavori del Rinascimento italiano. La Camera, di forma quasi cubica, è decorata con affreschi solo sulla cupola perché le pareti, che non recano traccia di dipinti, dovevano essere originariamente rivestite di arazzi, secondo una pratica assai diffusa nel Cinquecento. La decorazione pittorica realizzata da Correggio nasconde completamente la struttura tardo gotica ad ombrello, realizzata nel 1514 da Giorgio Edoari da Herba, rivestendola con un pergolato di fronde e vimini intrecciati in cui si apre una serie di finti ovati con gruppi vivacissimi di putti che si affacciano all’interno della stanza, ritratti in atteggiamenti giocosi, alcuni dei quali allusivi al tema della caccia.

Orari e biglietti

Indirizzo

Via M. Melloni
43121 Parma

Non sei ancora registrato?

Non perdere di vista le migliori mostre e gli appuntamenti più interessanti!

registrati

Altri musei a Parma

Ricerche correlate

spinner-caricamento