logo
IT
EN
FR
DE
ES
logo
IT
EN
FR
DE
ES
Nairy Baghramian
in corso

Nairy Baghramian :

Pratza ’e Domo

Dal 29 giugno al 3 novembre 2024

Accetta la Artsupp Card

Museo Nivola

Museo Nivola

Via Gonare, 2 (Museo Nivola), Orani

Chiuso oggi: apre domani alle 10:30

Profilo verificato


Il Museo Nivola è lieto di presentare la mostra Pratza ’e domo. Una casa semiotica mai costruita, un progetto realizzato da Nairy Baghramian per il museo a seguito dell’assegnazione del Premio Nivola per la scultura 2023.

La mostra comprende opere degli artisti e designer Nairy Baghramian, Phyllida Barlow, Nicolas Hsiung, Janette Laverrière, Rosemary Mayer, Win McCarthy, Julie Mehretu, Oscar Murillo, Paulina Olowska, Monica Sosnowska, Mariantonia Urru.

Il titolo di Baghramian “Pratza ’e domo” (letteralmente “piazza di casa”) riprende l’espressione che in Sardegna designa lo spazio antistante un’abitazione, spesso provvisto di una panchina o di una sedia su cui è possibile sostare; un’area di transizione non chiaramente delimitata, al tempo stesso privata e pubblica, individuale e collettiva.  Questo spazio, a un tempo fisico e concettuale, si lega all’idea della “casa semiotica mai costruita”, un progetto realizzato da Baghramian nel 2008 al NAK - Neuer Aachener Kunstverein insieme a Janette Laverrière e Henrik Olesen (Affairs. A semiotic house which was never built).

 

La casa è concepita dall’artista come uno spazio utopico che non è mai stato costruito e potrebbe non esserlo, ma il solo fatto di immaginarlo ne evoca la possibilità di esistenza, rendendolo credibile. È un ambiente provvisorio in cui sviluppare o accantonare idee e progetti, in un processo di continua elaborazione e ri-assemblaggio di frammenti. Ogni frammento è una creazione indipendente e al tempo stesso concorre “con un movimento all’indietro”, come dice Baghramian, alla definizione di un contesto.



Il progetto per il Museo Nivola combina una serie di aspetti da sempre presenti nella pratica di Nairy Baghramian. Uno di questi è l’interesse per i confini tra spazio pubblico e privato, esterno e interno, da lei esplorati in quanto potenzialmente permeabili e perciò carichi di tensione. Se nelle opere precedenti dell’artista la tensione si delinea in genere tra lo spazio istituzionale del museo o della galleria e lo spazio sociale, in questo caso lo spazio istituzionale si identifica idealmente con quello domestico, complice anche la forma dell’ambiente espositivo, un ex lavatoio dal tetto a capanna, che ricorda una casa. Della casa, la sala del museo assume i caratteri di accoglienza e protezione, diventa un recinto in cui discorsi artistici diversi possono coesistere e risuonare insieme. La fusione tra spazio pubblico e privato caratterizza sia la nuova scultura di Baghramian To Let Sign, montata sulla facciata dell’edificio e in dialogo con quelle di Phyllida Barlow, sia l’immagine dell’opera January ’17 Calendar (Der Fuß des Künstler, 2017) di Win McCarthy - che appare come gesto effimero nel poster della mostra - e in cui gli assi spaziale e temporale convergono in un ibrido fra calendario e planimetria.

 

Un altro ambito di confine che attira l’attenzione di Baghramian è quello tra arte e design, tra dimensione estetica e dimensione ornamentale,  indagato nella mostra attraverso opere volutamente ibride come la sedia-scultura Chaise L’Afghane  (1987)  di Janette Laverrière, l’abito da lavoro dipinto Arepas y Tamales (2022) di Oscar Murillo, gli sgabelli di Nicolas Hsiung o, della stessa Baghramian, il monumentale tappeto tessuto a Samugheo da Mariantonia Urru (il cui disegno minimalista allude all’idea dello spazio negativo, cara all’artista e richiamata dalla visione del “pozzo sacro” di Santa Cristina in Sardegna) e  la  maniglia-scultura applicata a una porta nel cortile del museo.

Leggi di più

Info e orari

pointer icon

Via Gonare, 2 (Museo Nivola), Orani, Italia

Apri la mappa


Orari di apertura

apre - chiude ultima entrata
lunedì 10:30 - 19:30
martedì 10:30 - 19:30
mercoledì Chiuso
giovedì 10:30 - 19:30
venerdì 10:30 - 19:30
sabato 10:30 - 19:30
domenica 10:30 - 19:30

Mostra la tua Artsupp Card all’ingresso

Validità delle offerte:

Sempre

Ingresso al museo:

5.00 € invece di 7.00€

Mostre comprese:

Non ci sono mostre in corso.

Altre Mostre

a Orani

Ricerche correlate

EMOTION
A PIÙ VOCI
Amersfoort Cemento
LUCY MCKENZIE E ANTONIO CANOVA