Share
spinner-caricamento

FMAV - Palazzo Santa Margherita verified

Modena, Emilia-Romagna, Italia chiuso visita il museoarrow_right_alt

conclusa Non ci prendono più

La mostra

Il passaggio dagli anni '70 agli '80 segna infatti una svolta importante nel mondo della figurina, i cui contenuti si rivolgono con sempre maggiore frequenza allo sport - al calcio soprattutto, connesso alla figurina in un binomio inscindibile - e al medium televisivo. A quarant'anni dalla Coppa del Mondo giocata in Spagna, che ha visto l’11 luglio 1982 l’Italia vincitrice in una memorabile partita, non poteva quindi mancare un approfondimento su un evento rimasto impresso nella memoria collettiva anche grazie a figurine che sono diventate di culto. Quel Mondiale rappresenta una sorta di wunderkammer del calcio, una galleria dicalciatori straordinari entrati nell'immaginario degli appassionati, ma non solo. Formidabili sul campo con il pallone tra i piedi, così come capaci di essere protagonisti di un'epoca.


Personaggi che incrociano territori culturali e sociali divenendo, in alcuni casi, delle vere e proprie icone. Anche le figurine che raccontano quel Mondiale sono divenute delle autentiche immagini-simbolo, per cui ancora oggi sembra impossibile pensare a questo o quel giocatore a prescindere dal suo volto stampato sui piccoli rettangoli di carta adesiva. La mostra ripercorre le tappe della nazionale italiana a partire dalle qualificazioni, passando attraverso l’esordio al Balaídos di Vigo. E poi le partite memorabili contro l’Argentina e il Brasile e gli splendidi gol che conducono l’Italia alla finale con la Germania Ovest Al Santiago Bernabéu.


Di quel giorno, tutti ricordano Sandro Pertini, con il suo Non ci prendono più, esclamato all'81' minuto della finale di Madrid e il re Juan Carlos in tribuna, le reti di Marco Tardelli, Rossi e Altobelli e quel triplice “Campioni del Mondo!” ripetuto dal telecronista Nando Martellini, ma anche la pipa e gli occhi felici di Enzo Bearzot che di quella vittoria è stato l'artefice. In Italia esplode una festa che è il simbolo della ripartenza di un paese. Si susseguono immagini destinate a restare, come le mani tese di Zoff che sorreggono la coppa e la partita a carte sul volo di ritorno. 

Immagini della mostra

Opere esposte

Orari e biglietti

Indirizzo

Corso Canalgrande, 103
41121 Modena

Altri contatti

Altro in programma

date_range undefined undefined

Eva & Franco Mattes

Fino al 26 febbraio 2023

date_range undefined undefined

Premio Davide Vignali

Fino al 26 febbraio 2023

date_range undefined undefined

Minecraft Museum Adventure

Fino al 26 febbraio 2023


Mostre a Modena

date_range undefined

La dea bendata

Fino al 08 gennaio 2023

date_range undefined

Simon Starling Metamorfuoco

Fino al 31 gennaio 2023

date_range undefined

ANTONIO LIGABUE

Fino al 05 febbraio 2023

date_range undefined

IOCOSE

Fino al 26 febbraio 2023

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo