Share
spinner-caricamento
conclusa Mezzo secolo nell'arte. Opere dalla raccolta Giorgio Giusti

A cura di: Francesca Piccinini e Luciano Rivi

La mostra

Inaugura sabato 14 dicembre ore 18 ai Musei Civici di Modena la mostra “Mezzo secolo nell'arte. Opere dalla raccolta Giorgio Giusti”. Curata da Francesca Piccinini e Luciano Rivi e promossa dal Museo Civico d'Arte, l'esposizione propone una selezione di opere dalla Raccolta Giorgio Giusti, collezionista modenese attento alle manifestazioni della contemporaneità lungo un percorso di vita e di cultura che dura da oltre cinquant’anni. Il progetto espositivo prende avvio  dalla generosa donazione di tredici opere di artisti contemporanei mentre altre trentatre vengono accolte dal Museo in forma di comodato gratuito.

Una mostra che offre ai visitatori un percorso dagli anni Cinquanta ad oggi attraverso le opere giunte in museo e una selezione di altre opere tra quelle tuttora conservate dal collezionista. Partendo dagli esempi dell’Astrattismo degli anni Cinquanta, passando attraverso le esperienze sperimentali degli anni Sessanta, lungo il periodo di ritorno alla figurazione dei decenni successivi, si arriva a fornire esempi sul panorama degli ultimi decenni. Tra gli artisti in mostra: Perilli, Turcato, Crippa, Vautier, Beuys, Wilson, Manzoni, Pascali, Balestrini, Rotella, Schifano, Paladino, Cucchi, Anastasi, Franco Vaccari, Guerzoni e Wainer Vaccari. Tiene lo stesso collezionista in catalogo a precisare come nel corso degli anni non si sia sentito attratto da criteri estetici particolari o da singole correnti artistiche. In modo volutamente “disordinato”, con l’idea di rompere piuttosto e superare i troppi steccati che irrigidiscono il campo della critica d’arte, il collezionista ha inseguito la sua passione intrecciando interessi differenti, scegliendo le sue opere ora in riferimento alla dimensione del viaggio a lui cara, ora a quella dei miti della contemporaneità o, ancora, ad aspetti della vita di tutti i giorni. La raccolta di opere d’arte si intreccia nel percorso di Giorgio Giusti con la frequentazione di artisti. La sua vicenda si inserisce all’interno di un contesto non solo modenese, ma che a Modena ha trovato stimoli significativi: dalla storica esposizione Critica 70, promossa ormai cinquant’anni fa dalla Galleria civica, alla frequentazione dell’amico Emilio Mazzoli, gallerista di orizzonte internazionale.

Il Museo Civico d’Arte di Modena prosegue quindi con una mostra dedicata al collezionismo contemporaneo la sua attività espositiva sull’arte dal secondo dopoguerra a oggi, proponendo una apertura al privato nell’auspicio di un ulteriore seguito.

Dopo le ricerche su Giorgio Preti e l’arte a Modena negli anni Cinquanta, il più recente catalogo sulla vicenda di Parole sui muri e gli anni Sessanta.

Orari e biglietti

Indirizzo

Largo Porta Sant'Agostino, 337
41121 Modena

Altri contatti

Sconti e riduzioni con l'Artsupp Card

Con l’Artsupp Card puoi accedere per la prima volta a sconti e ingressi ridotti nei musei di tutta Italia.

Scopri di più

Mostre a Modena

date_range undefined

Corrispondenze

Fino al 05 maggio 2024

date_range undefined

L’incanto del vero

Fino al 30 giugno 2024

date_range undefined

Zitt! Zitt! Arriva Lupo Alberto

Fino al 25 agosto 2024

in programma date_range undefined

COME AND SEE: SAVE YOUR SELFIE

Dal 20 aprile 2024 al 29 settembre 2024

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo