Share
spinner-caricamento
conclusa Artsupp card IS THIS REAL?

La mostra

FMAV Fondazione Modena Arti Visive inaugura il 23 marzo 2023 dalle ore 18 alle 20, presso la Palazzina dei Giardini, la mostra collettiva Is this real? L’arte nell’epoca della Game Engine Culture a cura di Valentino Catricalà.

Qual è il nostro rapporto con le immagini e i suoni oggi? Come accediamo alle informazioni? Che rapporto abbiamo con la nostra realtà? Queste sono le domande alle quali questa mostra vuole rispondere. Le nostre modalità di apprendimento e conoscenza sono sempre più mediate da processi di Game Engine, i quali, da un fatto meramente tecnologico, sono diventati un vero e proprio fenomeno culturale che apre importanti questioni sociali e filosofiche. 


La Game Engine Culture nasce come una serie di software per la creazione e lo sviluppo di videogiochi. Con la rapida espansione della società digitale, tali software sono oggi andati oltre questa specifica funzione per diventare la materia prima con la quale accediamo alle informazioni. Nonostante l’espressione faccia tuttora riferimento al gioco, oggi il Game Engine riveste in modo totalizzante la sfera del mondo digitale con cui ci interfacciamo alla realtà. Questa etichetta può, infatti, includere un ventaglio molto ampio di operazioni, quali rendering per grafica 2D o 3D, produzione e post-produzione di suoni, scripting, animazione, intelligenza artificiale, machine learning, networking, streaming, supporto per la localizzazione. Da un lato, dunque, immagini e suoni sono concepiti e realizzati da macchine per altre macchine attraverso sistemi di intelligenza artificiale, dall’altro il Game Engine, andando oltre il videogioco, è la base per la creazione di qualsiasi esperienza audiovisiva, visiva, sonora, interattiva: uno dei media chiave del nostro tempo, il motore generatore della nostra attuale cultura. Questo nuovo ruolo dell'informazione visiva e sonora è ciò che guida le nostre azioni, le nostre economie, il nostro mondo.  


Per comprendere questi spostamenti, la mostra propone di guardare al lavoro di artisti che da anni, e in anticipo rispetto ai tempi, hanno esplorato e rielaborato questo nuovo territorio. Il concept, nato presso la MODAL Gallery di SODA – School Of Digital Arts a Manchester, è stato ampliato in questa occasione puntando con più decisione sulla generazione di artisti, anche italiani, nati fra gli anni Ottanta e Novanta, cresciuta quindi già immersa nei media e nelle tecnologie digitali. Questi artisti indagano attraverso opere di sound art, robotica e machine learning, il ruolo dei processi di digitalizzazione in molti modi diversi: dalla critica politica, come DIS e Mishka Henner, all’attivismo come Joshua Citarella & Jacob Hurwitz-Goodman e Audint; dal nostro rapporto con la natura, come Quayola, alle questioni dell’antropocene, come Jakob Kudsks Steensen e Alexandra Daisy Ginsberg; dal rapporto con la nostra memoria culturale, come Oliver Laric e Auriea Harvey, fino alle questioni legate all’identità, come Federica Di Pietrantonio, e all’identità artificiale, come Donato Piccolo

Immagini della mostra

Opere esposte

Orari e biglietti

Indirizzo

Corso Cavour, 2
41121 Modena

Altri contatti


Mostre a Modena

date_range undefined

Corrispondenze

Fino al 05 maggio 2024

date_range undefined

L’incanto del vero

Fino al 30 giugno 2024

date_range undefined

Zitt! Zitt! Arriva Lupo Alberto

Fino al 25 agosto 2024

in programma date_range undefined

COME AND SEE: SAVE YOUR SELFIE

Dal 20 aprile 2024 al 29 settembre 2024

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo