Share
spinner-caricamento

Palazzo Reale di Genova verified

Genova, Liguria, Italia chiuso visita il museoarrow_right_alt

conclusa Filippo Parodi, Le Metamorfosi

La mostra

Tra Seicento e Settecento l'arte barocca - la ricerca della meraviglia, della finzione e dello stupore, della mozione degli affetti, dell'enfasi patetica e dell'estasi - porta alla ribalta a Genova grandi protagonisti: in pittura, scultura, nella coinvolgente grande dimensione dell'affresco e in quella piccola, preziosa, del disegno, del tessuto, della maiolica. Questi protagonisti, artisti di fama e successo alla loro epoca, furono attori di grandi trasformazioni di gusto in città e seppero talora imporsi sulla scena nazionale e internazionale richiamando commesse ambite da prestigiose committenze.

Un barocco "superbo" quello di Genova, come titolano le Scuderie del Quirinale la contemporanea mostra romana SuperBarocco, dedicata all'arte genovese tra 1650 e 1750.


La rassegna I Protagonisti. Capolavori a Genova 1600 - 1750 si connette idealmente all'esposizione romana e alla mostra genovese La Forma della Meraviglia. Capolavori a Genova 1600 – 1750 in Palazzo Ducale (27 marzo – 10 luglio) per celebrare insieme, in contemporanea, questa straordinaria stagione artistica: quella di un barocco splendido e stupefacente, che guardando a modelli esterni, "internazionali" (non solo e certamente Roma, ma anche la pittura di spazio del Cinquecento emiliano, la retorica della luce dei naturalisti nordici, la movimentata scultura berniniana mediata dalle forme del francese Pierre Puget, e altri riferimenti ancora), li traduce tuttavia in un linguaggio singolare e ricercato, con cifre peculiari e riconoscibili, che divengono sigla 'genovese' dell'attività delle proprie botteghe, interconnesse le une con le altre in riferimenti comuni per un barocco raffinato, brillante, come una gemma elitaria e preziosa.


La mostra è dedicata alle quattro sculture di Filippo Parodi, dette Le Metamorfosi esposte sin dal XVIII secolo nella Galleria degli Specchi del Palazzo Reale di Genova: quattro statue di marmo bianco con tracce di doratura che rappresentano, secondo una tradizione critica consolidata, Venere, Adone, Clizia e Giacinto.

Previste probabilmente per un giardino o comunque uno spazio aperto, le quattro statue furono in-trodotte nella galleria del palazzo di via Balbi dal figlio di Filippo, Domenico Parodi, autore della Galleria degli Specchi nell’allestimento voluto, attorno al 1726, da Gerolamo Durazzo.

Opere esposte

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Balbi, 10
16126 Genova

Altri contatti


Mostre a Genova

date_range undefined

Nowhen Nowhere

Fino al 28 agosto 2022

date_range undefined

Spiders

Fino al 25 settembre 2022

date_range undefined

Collezione Tacchini.

Fino al 25 settembre 2022

date_range undefined

Tina Modotti

Fino al 09 ottobre 2022

Ricerche correlate

date_range undefined
date_range undefined

Velázquez

Fino al 28 agosto 2022

date_range undefined

La voce delle ombre

Fino al 18 settembre 2022

date_range undefined

IN FABULA

Fino al 25 settembre 2022

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp riunisce tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei su un’unica piattaforma. Da oggi siamo anche in Spagna, Regno Unito, Olanda, Francia e Germania. Registrati per scoprire i musei che condivideranno le loro mostre e attività culturali su Artsupp.

chi siamo