spinner-caricamento
Share

Palazzo delle Paure verified

Lecco, Lombardia, IT chiuso visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Giancarlo Vitali - Ritratto di Pino Arrigoni
fullscreen
Tino Stefanoni - Senza Titolo F 97
fullscreen
Alfredo Chiàppori - Lichtesweben
fullscreen
Giovanni Gastel - 61, m.k. Prova d’autore
fullscreen
Pino Pinelli - Pittura R
fullscreen
Giuseppe Maraniello - Lettera di un'amica
fullscreen
Ennio Morlotti - L'Adda a Imbersago
fullscreen
Giancarlo Sangregorio - Ciclope
fullscreen
Giò Pomodoro - Modello per Dioscuro
fullscreen
Enrico Baj - La danza di Ubu
fullscreen
Enrico Castellani - Superficie bianca
fullscreen
Mimmo Rotella - Sfera
Giancarlo Vitali - Ritratto di Pino Arrigoni
Tino Stefanoni - Senza Titolo F 97
Alfredo Chiàppori - Lichtesweben
Giovanni Gastel - 61, m.k. Prova d’autore
Pino Pinelli - Pittura R
Giuseppe Maraniello - Lettera di un'amica
Ennio Morlotti - L'Adda a Imbersago
Giancarlo Sangregorio - Ciclope
Giò Pomodoro - Modello per Dioscuro
Enrico Baj - La danza di Ubu
Enrico Castellani - Superficie bianca
Mimmo Rotella - Sfera

Altre opere esposte

Descrizione

Il mondo della moda è quello che ha reso famoso Giovanni Gastel. Nel decennio tra gli anni Ottanta e Novanta affianca il suo nome ai grandi stilisti italiani (Versace, Missoni, Trussardi, Krizia) e nei successivi inizia la collaborazione con i designers francesi (Dior, Nina Ricci e Guerlain): i suoi scatti hanno senza dubbio cambiato la percezione dell’immagine della moda a livello internazionale.

A partire dagli anni 2000 la carriera si arricchisce di un nuovo capitolo: i ritratti di protagonisti non solo del mondo della moda, ma della cultura e del design, arte (Ettore Sottsass), musica (Vasco Rossi, Roberto Bolle, e spettacolo (Monica Bellucci) e politica (Barack Obama, Marco Pannella).
Il segreto di un successo così grande risiede in un mix tra profonda empatia umana e capacità di leggere nelle persone per soddisfare i loro desideri. Questa sua sensibilità gli ha permesso di andare al di là dello scatto patinato e della passerella per dedicarsi alla poesia e all’arte più in generale

Nel caso dell’opera Prova d'autore, la sua percezione della realtà si unisce ad un senso estetico profondo, da sempre costante nei lavori dell’aristocratico fotografo (era nipote diretto di Luchino Visconti).
La grande fotografia, realizzata nel 2007 e facente parte della mostra "Maschere e Spettri" curata da Germano Celant (Palazzo della Ragione, Milano, 2009), è stata donata dall’artista nel 2015 al Comune di Lecco.

Collocazione: sala n. 3


Altre opere a Lecco

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo