Share

Museo di Storia della Psichiatria di Reggio Emilia verified

Reggio Emilia, Emilia-Romagna, IT chiuso visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Strumento di contenzione dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
fullscreen
Fotografia di una paziente dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
fullscreen
Foto d’archivio della raccolta craniologica dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
fullscreen
La produzione artistica dei ricoverati dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
fullscreen
Particolare delle raccolte archivistiche dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
fullscreen
Macchinari usati nella terapia psichiatrica
fullscreen
Particolare dell'allestimento
Strumento di contenzione dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
Fotografia di una paziente dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
Foto d’archivio della raccolta craniologica dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
La produzione artistica dei ricoverati dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
Particolare delle raccolte archivistiche dell’Ospedale psichiatrico San Lazzaro
Macchinari usati nella terapia psichiatrica
Particolare dell'allestimento

Altre opere esposte

Descrizione

La fotografia sembrò dare una risposta al bisogno della psichiatria di ancorare all’immagine, al corpo, le proprie ipotesi e certezze. Il medico britannico Morison, già dal 1840, confrontava immagini dello stesso soggetto, malato e poi guarito. Il neurologo Charchot fotografò le malate per studiarne il rapporto tra malattia e tratti somatici, sulla base di teorie affini a quelle di Lombroso. Il direttore Tamburini a fine ‘800 introdusse la fotografia al San Lazzaro, che divenne anche per questo un modello. Si conservano la strumentazione e 1500 immagini di pazienti, edifici e scene di vita e lavoro.

Altre opere a Reggio Emilia

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento