Share
spinner-caricamento

MAO - Museo d’Arte Orientale verified

Torino, Piemonte, Italia chiuso visita il museoarrow_right_alt

conclusa Krishna, il divino amante

A cura di: Claudia Ramasso e Thomas Dähnhardt

La mostra

La collezione d’opere d’arte proveniente dall’Asia meridionale comprende quattro dipinti religiosi incentrati sulla figura del dio Krishna, di cui tre di notevoli dimensioni. L’esposizione si propone di mostrare al pubblico questo tipo di produzione pittorica (picchavai), accompagnata da una selezione di componimenti poetici ascrivibili alla corrente devozionale della bhakti, nell’ottica di esaltare attraverso la visita il concetto di esperienza estetica cara alla tradizione indiana, il rasa. Il termine rasa, che significa “succo”, “essenza” o “gusto”, indica un particolare stato emozionale che è intrinseco all’opera d’arte, sia essa visiva, letteraria o musicale, e che riesce a suscitare nello spettatore la corrispondente disposizione d’animo. Le poesie presentate in mostra accanto ai dipinti, oltre a essere una chiave di lettura evocativa delle raffigurazioni pittoriche, intendono invitare a un pieno godimento estetico dell’esposizione attraverso il linguaggio universale dei modi dell’arte. 

I picchavai, opere pittoriche delle scuole del Rajasthan, sono
grandi dipinti devozionali su tela libera consacrati al dio
Krishna, una delle divinità indiane più conosciute in Occidente,
manifestazione terrena del dio Vishnu e fulcro della corrente
devozionale della bhakti. Tradizionalmente vengono esposti nella
sala interna del tempio dove è venerata l’immagine di Krishna
per adornare le pareti e gli arredi. I dipinti, di grande espressività
artistica, raccontano la vita terrena del dio Krishna attraverso
una serie di contesti diversi, che variano nel corso dell’anno in
base al calendario delle festività relative alla divinità. Di
particolare rilievo sono le raffigurazioni denominate Raslila, che
rappresentano Krishna mentre intesse giochi amorosi con le
giovani mandriane (gopi) nei boschi di Vrindavan, luogo dove la
tradizione religiosa colloca la sua giovinezza. Lila significa
appunto “gioco” e nell’ambito della corrente devozionale della
bhakti questo termine è inteso in senso simbolico: le anime umane sono viste come “amanti” passionali del dio “amato”, rapite estaticamente in una danza amorosa con la divinità, come le gopi con Krishna. 

Opere esposte

Orari e biglietti

Indirizzo

Via San Domenico, 9-11
10100 Torino

Altri contatti

Altro in programma

date_range undefined undefined

Declinazioni contemporanee

Fino al 02 giugno 2024

date_range undefined undefined

Trad u/i zioni d’Eurasia

Fino al 01 settembre 2024

date_range undefined undefined

Tradu/izioni d’Eurasia Reloaded

Fino al 01 settembre 2024


Mostre a Torino

in scadenza date_range undefined

Car Crash

Fino al 28 aprile 2024

in programma date_range undefined

Liquida Photofestival

Dal 02 maggio 2024 al 05 maggio 2024

date_range undefined

Rebecca Moccia

Fino al 10 maggio 2024

date_range undefined

Simone Forti

Fino al 02 giugno 2024

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo