Share
conclusa Franco Rasma

La mostra

Fondazione 107 presenta Mehr Licht, mostra personale dell’artista Franco Rasma. L’esposizione si sviluppa sull’intero spazio espositivo di via Sansovino 234 a Torino. Come molti sanno Mehr Licht è il titolo che Rasma utilizza per tutte le sue mostre così come per tutte le sue opere. Mehr Licht significa “Più Luce”. L’ispirazione nasce dalla celebre frase pronunciata da Goethe sul letto di morte ed interpretata dai presenti come l’esigenza di aprir- si ad un mondo nuovo. Forse la sua frase aveva un significato più letterale che simbolico, ma quali che fossero le reali intenzioni di Goethe, Rasma deci- de di adottarla. Dagli anni 80 al 2005 Rasma restituisce le immagini dei suoi dipinti sottraendo la patina di carbone, precedentemente distesa, dalla superficie di carta dai colori ambrati utilizzata come supporto. In questo periodo l’artista dipinge con il solo carbone ed è l’azione di svelamento a rive- lare una pittura fatta di pura luce, di qui “Mehr Licht”.

In Fondazione 107 saranno esposti una selezione corposa di dipinti e sculture: circa 115 dipinti e 35 sculture che ripercorrono la produzione degli ultimi 10 anni. Nella sala centrale l’allestimento rimanda ai musei antropologici delle grandi civiltà. Sono teste in cemento che ci riportano alle antiche “Erme”, le sculture propiziatorie dell’antica Grecia poste ad adornare le strade di Atene. Sulle teste l’artista impressiona delle piccole forbici, becchi di uccello, riquadri di una scacchiera. Talvolta fuoriescono fiori o cataste di forbici. Di recente produzione esporremo le case, anch’esse con i becchi di uccello che fuoriescono dal tetto e protési verso il cielo. I becchi non sono spalancati in attesa di cibo ad invocare aiuto, ma sono fieri e paiono sfidare il cielo. Saranno presenti anche le pareti a scacchiera, le case incise da devastanti fratture e l’incendio che divampa dalla finestra, scultura premonitri- ce eseguita poco tempo prima dell’attentato alle Twin Towers. Ultime sculture le scale in cemento, nascono da un sogno che l’artista ripete frequente- mente e in cui percorre incessantemente una scala in salita a piedi scalzi, un percorso che, gradino dopo gradino, non giunge mai alla fine.

Il corpus dei dipinti esposti permette di approfondire il lavoro pittorico del maestro ed è raggruppato per cicli. Rasma è un pittore di matrice minima- lista. Dipinge con due soli elementi impalpabili, la luce e l’ombra, dando corpo a immagini che traggono origine dal sogno. I dipinti di Rasma dal 2005 in poi sono realizzati su tavole di legno, la preparazione è fatta con il gesso di Bologna e i dipinti sono a olio, tutti elementi classici nelle mani dell’arti- sta. La sua è un’arte senza tempo che affonda e si perde nelle nostre radici per condurci a capire chi siamo, dove vogliamo andare e rassicurarci che ognuno di noi ha un posto in questo mondo.

L’opera di Rasma nasce dal sogno, come lui stesso afferma: perché tu non ti ricordi i sogni? Lui li ricorda con realtà e li restituisce sotto forma di dipinti e dagli ultimi anni di sculture. L’impalpabilità della pittura e la concretezza del cemento, il materiale con cui vengono plasmate le teste, sono gli elementi polari che Rasma mette in relazione. Il cemento è pesante, non riflette la luce, la assorbe, trasformando la testa in un accumulatore di imma- gini e di informazioni. Dipinti e sculture si scambiano i soggetti, si contaminano, attingono da un archivio comune di elementi semplici che appartengo- no o sono appartenuti all’artista e ora custoditi nella sua memoria.

Immagini della mostra

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Andrea Sansovino, 234
10151 Torino

Altri contatti


Mostre a Torino

in scadenza date_range MAO - Museo d’Arte Orientale

Trame persiane

Fino al 01 ottobre 2021

in scadenza date_range ARTiglieria Contemporary Art Center

Untold Stories

Fino al 03 ottobre 2021

in scadenza date_range Musei Reali di Torino
in scadenza date_range GAM - Galleria d'Arte Moderna di Torino

Sul principio di contraddizione

Fino al 03 ottobre 2021

Ricerche correlate

in scadenza date_range Museo Santa Caterina

Renato Casaro

Fino al 30 settembre 2021

in scadenza date_range Museo della Ceramica di Grottaglie

XXVIII Concorso di Ceramica Contemporanea

Fino al 30 settembre 2021

in scadenza date_range Art Aia - Creatives / In / Residence

L'eredità Strasberg

Fino al 01 ottobre 2021

in scadenza date_range Art Aia - Creatives / In / Residence

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento