Share
spinner-caricamento

Palazzo Barberini verified

Roma, Lazio, Italia aperto visita il museoarrow_right_alt

conclusa Plasmare l'Idea

A cura di: Maurizia Cicconi, Paola Nicita e Yuri Primarosa

La mostra

Il modello per il cenotafio di papa Innocenzo XI Odescalchi dello scultore francese Pierre-Étienne Monnot (1657-1733), recentemente acquisito dallo Stato per le Gallerie Nazionali di Arte Antica, è un sontuoso monumento in miniatura: una scultura complessa, realizzata in terracotta e legno dipinto, di imponenti dimensioni e di straordinaria finitezza, ulteriormente impreziosita dal gioco cromatico dei finti marmi e dai bagliori della terracotta dorata che rimbalzano tra i panneggi e gli sguardi delle figure. Per dimensioni e compiutezza esecutiva si tratta di un’opera unica nel suo genere, quello del modello di presentazione. 


Fino a pochi mesi fa il modello, pubblicato per la prima volta soltanto nel 1995 da Andrea Bacchi, si trovava nella cappella di Palazzo Odescalchi in piazza Colonna, visibile soltanto agli studiosi che ne facevano richiesta. Dunque l’opera che oggi entra a far parte delle collezioni delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini per il pubblico godimento è stata fino a tempi molto recenti virtualmente sconosciuta. L’acquisto è il risultato di una fruttuosa collaborazione tra le Gallerie e la Direzione Generale Antichità e Belle Arti e in questa felice circostanza desidero ringraziare in particolar modo Beatrice Bentivoglio Ravasio che guida il servizio IV della Direzione Generale, Maria Pace Odescalchi, che si è fatta tramite per la famiglia, e infine Carlo Orsi, ciascuno per il loro contributo diverso e complementare, oltre naturalmente a Paola Nicita, Yuri Primarosa e Maurizia Cicconi, i curatori delle Gallerie che hanno seguito l’acquisizione dell’opera e curato la sua presentazione al pubblico. 


Per presentare per la prima volta al pubblico questo oggetto straordinario abbiamo raccolto nella mostra, Plasmare l’idea. Pierre-Étienne Monnot, Carlo Maratti e il monumento Odescalchi, alcune opere che ne raccontano la storia. È una vicenda di idee e confronti tra artisti, in questo caso Pierre-Étienne Monnot – lo scultore prediletto del principe Livio Odescalchi, committente dell’opera – e Carlo Maratti, il protagonista assoluto della scena artistica romana di quegli anni. A un certo punto Maratti, per scelta del principe Odescalchi, assume il controllo dell’“invenzione” del monumento, normalizzandolo e rendendolo più canonico e accademico. Monnot aveva in mente una soluzione ben più eccentrica ed originale, catturata nel bellissimo bozzetto in terracotta del Bargello che presentiamo in mostra, ma la tradizione ebbe la meglio. 

Immagini della mostra

Opere esposte

Orari e biglietti

Indirizzo

Via delle Quattro Fontane, 13
00184 Roma

Altri contatti

Sconti e riduzioni con l'Artsupp Card

Con l’Artsupp Card puoi accedere per la prima volta a sconti e ingressi ridotti nei musei di tutta Italia.

Scopri di più

Altro in programma

date_range undefined undefined

Raffaello, Tiziano, Rubens

Fino al 30 giugno 2024

date_range undefined undefined

Mostre a Roma

in scadenza date_range undefined

Mimmo Jodice

Fino al 14 aprile 2024

date_range undefined

Dacia

Fino al 21 aprile 2024

date_range undefined

Manuel Felisi 1:1

Fino al 21 aprile 2024

date_range undefined

Conversation piece | part IX

Fino al 21 aprile 2024

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo