logo
IT
EN
FR
DE
ES
logo
IT
EN
FR
DE
ES
Marcia Hafif
in corso

Marcia Hafif :

Roma 1961–1969

Dal 30 maggio al 25 agosto 2024

MACRO - Museo d'arte contemporanea

MACRO - Museo d'arte contemporanea

Via Nizza, 138, Roma

Chiuso oggi: apre domani alle 12:00

Profilo verificato


Roma 1961–1969, la mostra che il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma dedica a Marcia Hafif (Pomona, 1929 – Laguna Beach, 2018), si concentra su un momento circoscritto della vita e della ricerca dell’artista statunitense, raccontando il suo rapporto con Roma e con la sua comunità artistica, attraverso una selezione di opere realizzate durante il suo lungo soggiorno nella città.


Hafif arriva a Firenze nel 1961, per poi stabilirsi a Roma dove rimane lavorando con assiduità fino al 1969. Grazie a un approccio dichiaratamente naïve nei confronti della città e della sua tradizione storico-artistica, Hafif riesce a emanciparsi da alcune delle influenze e costrizioni che aveva avvertito a Los Angeles, proseguendo con rinnovata libertà la sua ricerca pittorica astratta – o meglio «concreta», termine con cui era solita riferirsi alle prime fasi del suo lavoro californiano. Si stabilisce in Via del Babuino e frequenta il Caffè Rosati, integrandosi in poco tempo nella comunità artistica e stringendo rapporti di amicizia con Pietro Consagra, Tano Festa, Franco Angeli, Francesco Lo Savio, Toti Scialoja e soprattutto Carla Accardi. Nel 1964 inaugura la sua prima personale alla Galleria La Salita di Gian Tomaso Liverani.


«Ogni giorno visitavo le chiese o semplicemente camminavo per la città, cogliendo immagini da ogni parte» afferma Hafif che rimane affascinata dalle intense manifestazioni di colore della segnaletica stradale e dei cartelloni pubblicitari, oltre che dai marmi intarsiati delle chiese che richiamavano alcune delle geometrie già apparse nelle sue prime tele romane. Acquista colori a smalto e pitture murali nelle ferramenta, apprezzando una diversa sensibilità italiana nella formulazione dei colori a uso industriale. Ma è solo nel 1964, con la commercializzazione della vernice acrilica, che Hafif trova un medium ideale che la accompagnerà in maniera continuativa nel periodo romano. Tutti questi elementi, uniti alla costante esperienza di attraversamento della città, entrano a far parte dell’immaginario visivo della stagione italiana dell’artista, da intendere come prosecuzione naturale delle ricerche già avviate negli Stati Uniti.

Leggi di più

Info e orari

pointer icon

Via Nizza, 138, Roma, Italia

Apri la mappa


Orari di apertura

apre - chiude ultima entrata
lunedì Chiuso
martedì 12:00 - 19:00 18:30
mercoledì 12:00 - 19:00 18:30
giovedì 12:00 - 19:00 18:30
venerdì 12:00 - 19:00 18:30
sabato 10:00 - 19:00 18:30
domenica 10:00 - 19:00 18:30

Altro in programma

al MACRO - Museo d'arte contemporanea

Altre Mostre

a Roma

Ricerche correlate

DIORAMA
POP/BEAT
Imprese, capolavori
Le visioni chiamano ad una notte vuota