Share
spinner-caricamento
conclusa Guendalina Salini

La mostra

Un nuovo progetto che nasce dalla collaborazione di AlbumArte con Latitudo Art ProjectPachamama Concrete dell’artista romana Guendalina Salini. La mostra, a cura di Benedetta Carpi De Resmini,  visitabile fino al 24 giugno 2022, avrà un’ apertura straordinaria sabato 21 maggio (15.00 – 19.00) per la X edizione di OPEN HOUSE ROMA.


Il titolo Pachamama Concrete, è un gioco di parole, metafora di un luogo. La parola Pachamama, che nella cultura arcaica Inca significa Terra Madre, intende sottolineare il legame con il principio originale della creazione, generosa Dea della fertilità e dell’agricoltura, madre nutriente che dà la vita. L’antica dea, Cerere, cara agli antichi romani, simbolo della fertilità e della rigenerazione è l’elemento cardine di questo progetto, che ha visto la sua origine al Corviale, quartiere periferico della città di Roma, non molto lontano dal tempio a lei dedicato dai frati Arvali. Concrete vuole invece alludere al complesso residenziale lungo quasi un chilometro, costruito sul finire degli anni Settanta dall’architetto Mario Fiorentino, diventato negli anni simbolo del fallimento delle politiche abitative. Concrete è quindi il cemento con il quale è stato costruito l’edificio, ma allude anche alla concretezza e alla resilienza delle donne che lo abitano. Il progetto è nato durante una residenza realizzata dall’artista, nell’ambito della piattaforma europea Magic Carpets , una piattaforma cofinanziata da Creative Europe che unisce quindici partner europei, il cui capofila è Kaunas Biennial e ideata da Benedetta Carpi De Resmini, che nel 2021 ha avviato una lunga ricerca nella periferia ovest della città.


Guendalina si è posta all’ascolto di questi luoghi cercando di andare oltre quell’immagine stereotipata della moderna periferia, ma ritornando ad una concezione circolare e mutuale del tempo e dello spazio. L’artista attraverso le opere esposte vuole far emergere la vita del cosiddetto Serpentone. La mostra è costruita attorno alle voci di alcuni degli abitanti che hanno composto la traccia della passeggiata sonora e che ripercorre fisicamente diversi punti dell’edificio.


L’audio ascoltabile nelle sale e facilmente scaricabile attraverso un QRcode, diventa il fil rouge che corre sotto traccia lungo il percorso espositivo, senza mai interferire con lo stesso, ma che lega ogni singola opera, svelandone il senso profondo e ricostruendo quel legame naturale con il luogo. Guendalina attraverso installazioni sonore, video e disegni, porta a interrogarci sulla nostra realtà politica, culturale e morale, esplorandone i limiti. 

Immagini della mostra

Opere esposte

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Flaminia, 122
00196 Roma

Altri contatti


Mostre a Roma

in scadenza date_range Palazzo Merulana

UltraQueer

Fino al 03 luglio 2022

date_range BASEMENT ROMA

WILL BENEDICT

Fino al 15 luglio 2022

date_range Fondazione Pastificio Cerere

The world that I dream

Fino al 20 luglio 2022

date_range Accademia Nazionale di San Luca

Grazia Toderi

Fino al 30 luglio 2022

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo