Share
spinner-caricamento
conclusa Cao Fei. Supernova

A cura di: Cristiana Perrella

La mostra

Due musei insieme per la prima personale in Italia di un'artista tra le più innovative e visionarie della scena artistica internazionale. A dicembre 2021 in contemporanea al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo a Roma e al Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci a Prato apre Supernova, mostra dedicata a Cao Fei (1978, Guangzhou, vive a Pechino), il cui lavoro si muove tra reale e virtuale, documentazione e fiction, memoria e tempo che verrà, segnando il passaggio accelerato da tradizioni millenarie a un futuro ipertecnologizzato che ha caratterizzato la Cina, ma che riguarda, in varie misure, l'intero nostro pianeta.

Attraverso le sue due sedi, la mostra presenta una ricognizione molto vasta del lavoro dell’artista, a partire da opere realizzate all’inizio della sua carriera fino all’ultima produzione, approfondendone i temi principali quali l’impatto della rivoluzione tecnologica sulle nostre vite, il rapporto uomo-macchina, la costruzione del sé nell’epoca della virtualità.


A cura di Cristiana Perrella, Cao Fei. Supernova al Centro Pecci si concentrerà in particolare sulla visione del prossimo futuro letta attraverso le trasformazioni che riguardano il mondo del lavoro. Partendo dalla modernizzazione accelerata vissuta dalla Cina, la "fabbrica del mondo" avviata a diventare la più grande potenza tecnologica del pianeta, l'opera di Cao Fei porta una testimonianza e una visione sull'impatto dei processi di trasformazione che riconfigurano tanto la produzione che la vita dei lavoratori. La mostra si articola a partire dall'installazione multimediale Asia One (2018), basata su un film ambientato nel primo centro di smistamento completamente automatizzato al mondo a Kunshan, nella provincia di Jiangsu in Cina. In mostra al Centro Pecci anche  Whose Utopia (2006), un video e una serie fotografica sulla vita dei lavoratori della fabbrica di prodotti per l'illuminazione Osram, in un'area fuori Hong Kong, luogo di migrazione nazionale da parte di persone che cercano maggiori opportunità di lavoro nell'economia fiorente del paese;  Milkman (2005), uno pseudo-documentario che esplora la dura realtà quotidiana e le fantasie di fuga attraverso i mondi virtuali della classe operaia in Cina, e l'installazione Rumba  01 and 02 (2016), dove due robot aspirapolvere con i loro movimenti spasmodici e senza scopo, riflettono le condizioni di molte persone oggi: sentirsi alla deriva, faticare all'interno di una gamma di attività rigorosamente delineata, lottare per trovare una via di fuga.

Orari e biglietti

Indirizzo

Viale della Repubblica, 277
59100 Prato

Altri contatti

Altro in programma

date_range undefined undefined

Massimo Bartolini

Fino al 08 gennaio 2023

date_range undefined undefined

Schema 50

Fino al 26 febbraio 2023


Mostre a Prato

date_range undefined

Mr & Mrs Clark

Fino al 08 gennaio 2023

date_range undefined

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo