Share

Antica Spezieria

Una piccola porta posta sul fronte occidentale del Monastero di San Giovanni, verso l’attuale Borgo Pipa (già Borgo S. Giovanni), apre il percorso di visita dell’Antica Spezieria. Anche se le prime notizie di una Spezieria all’interno del Monastero benedettino di San Giovanni Evangelista risalgono al 1201, anno della sua apertura al pubblico, la sua esistenza è prossima al millennio. Una porta con una bella aquila intagliata in legno, simbolo di San Giovanni Evangelista, immette nel secondo ambiente, la sala detta “dei mortai”. I mortai in marmo e in bronzo, di varie forme e grandezze, strumenti indispensabili del farmacista per la triturazione e la macinazione delle erbe, risalgono al XVII e al XVIII secolo. La stanza successiva, detta “delle Sirene”, deve il suo nome alle figure allegoriche scolpite nelle paraste degli scaffali che, a loro volta, contengono un ricco corredo di vasi, albarelli, manoscritti e rare pubblicazioni farmaceutiche dei secoli XVI-XIX. La quarta stanza è il laboratorio vero e proprio, con il pozzo e l’ingresso alla cantina, dove venivano conservate molte delle spezie utilizzate per la preparazione delle medicine. Tra i rari arredi della stanza, oltre ai lavabi in marmo veronese del Cinquecento, spiccano una serie di alambicchi e bottiglie in vetro appese alle pareti, di diverse provenienze e risalenti quasi tutti al XVIII secolo. Questi oggetti costituiscono la testimonianza più significativa dell’intensa attività di produzione dei medicamenti svolta dalla Spezieria del monastero, che ai procedimenti di lavorazione più comuni e tradizionali dell’officina farmaceutica affiancò nel tempo quelli introdotti dalla pratica alchemica e dai suoi strumentari.

Orari e biglietti

Indirizzo

Via Cardinal Ferrari, 1
43121 Parma

Altri contatti

Non sei ancora registrato?

Non perdere di vista le migliori mostre e gli appuntamenti più interessanti!

registrati

Altri musei a Parma

spinner-caricamento