Loading
IT
EN
FR
DE
ES
IT
EN
FR
DE
ES
DIVISIONISMO. Mostra tutte le foto
DIVISIONISMO. Mostra tutte le foto
DIVISIONISMO. Mostra tutte le foto
DIVISIONISMO. Mostra tutte le foto
DIVISIONISMO. Mostra tutte le foto
conclusa

DIVISIONISMO. :

2 COLLEZIONI

Dal 19 novembre al 6 marzo 2022

Galleria d'Arte Moderna di Milano

Galleria d'Arte Moderna di Milano

Via Palestro, 16, Milano

Chiuso oggi: apre domani alle 10:00

Profilo verificato


GAM | Galleria d’arte Moderna di Milano e Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona presentano una mostra dedicata alla straordinaria stagione divisionista, di cui le due rispettive collezioni conservano le opere di alcuni tra i più significativi esponenti. Allestita nelle suggestive sale del pian terreno della Villa Reale, la rassegna si basa su una selezione puntuale di confronti tra le opere della Pinacoteca tortonese, da vent’anni sede della ricca collezione della Fondazione della Cassa di Risparmio di Tortona, e quelle della Galleria d’Arte Moderna di Milano, custode di alcuni tra i capolavori del Divisionismo e sede, nel corso degli anni, di importanti mostre dedicate agli artisti che sperimentarono e condivisero questa tecnica pittorica e la sua poetica.

La mostra DIVISIONISMO. 2 COLLEZIONI, curata da Giovanna Ginex in collaborazione con GAM, si terrà dal 19 novembre 2021 al 6 marzo 2022.

Attraverso trenta opere, allestite in cinque sezioni, l’esposizione intende mettere a fuoco gli elementi caratterizzanti l’esperienza divisionista, i suoi protagonisti e gli artisti che furono loro sodali, presenti nelle due collezioni: Giacomo Balla, Leonardo Bistolfi, Umberto Boccioni, Giulio Branca, Luigi Conconi, Tranquillo Cremona, Carlo Fornara, Giuseppe Grandi, Emilio Longoni, Angelo Morbelli, Plinio Nomellini, Giuseppe Pellizza, Gaetano Previati, Attilio Pusterla, Daniele Ranzoni, Giovanni Segantini, Giovanni Sottocornola, Paolo Troubetzkoy.

Milano è stata una città chiave per il Divisionismo: qui studiarono molti dei suoi interpreti, qui molti di loro trovarono ispirazione per opere di denuncia sociale, qui esposero per la prima volta alla Triennale di Brera del 1891. Le tele ambientate a Milano – città a quel tempo in piena crescita industriale e caratterizzata da profondi cambiamenti urbanistici, architettonici e sociali – divennero inoltre per i divisionisti spazi in cui indagare il tema e le icone della contemporaneità, del progresso e delle antiche e nuove marginalità.

Leggi di più

Altre Mostre

a Milano

Ricerche correlate

PICASSO
TORINO ANNI '50
Cézanne/Renoir
Giuseppe Pende