spinner-caricamento
Share

MACI - Museo Arte Contemporanea di Imperia verified

Imperia, Liguria, IT chiuso visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Josef Albers - Gentle venture
fullscreen
Alberto Biasi - Politipo 72
fullscreen
Max Bill - Quarto Nero
fullscreen
Enrico Castellani - Superficie grigia
fullscreen
Piero Dorazio - Blue call
fullscreen
Lucio Fontana - Concetto spaziale, Attese, 7 tagli
fullscreen
Lucio Fontana - Concetto spaziale, Attesa, Rosso
fullscreen
Enzo Mari - Struttura n. 731
fullscreen
Marino Marini - Cavallo e Cavaliere
fullscreen
Ennio Morlotti - Centaurea Selvatica
fullscreen
Carlo Nangeroni - Seriale continuo
fullscreen
Robert Delaunay - Paesaggio
fullscreen
Mauro Reggiani - Composizione
fullscreen
Gerhard Richter - Grey
fullscreen
Victor Vasarely - G.D.4
Josef Albers - Gentle venture
Alberto Biasi - Politipo 72
Max Bill - Quarto Nero
Enrico Castellani - Superficie grigia
Piero Dorazio - Blue call
Lucio Fontana - Concetto spaziale, Attese, 7 tagli
Lucio Fontana - Concetto spaziale, Attesa, Rosso
Enzo Mari - Struttura n. 731
Marino Marini - Cavallo e Cavaliere
Ennio Morlotti - Centaurea Selvatica
Carlo Nangeroni - Seriale continuo
Robert Delaunay - Paesaggio
Mauro Reggiani - Composizione
Gerhard Richter - Grey
Victor Vasarely - G.D.4

Altre opere esposte

Descrizione

Robert Delaunay viene considerato tra i padri dell’astrattismo, insieme, tra gli altri, alla moglie Sonia Terk e al pittore ceco František Kupka. Prendendo le mosse dalle ricerche di Cézanne e dal cubismo di Picasso, Delaunay si spinge, tra il 1912 e il 1913, verso la dissoluzione del soggetto rappresentato attraverso gli effetti prismatici del colore visto in termini di luce. Si tratta di quello che negli stessi anni Apollinaire definisce Cubismo Orfico.Tra il 1925 e il 1927, anni nei quali viene realizzata Paysage, l’astrazione in Europa ha assunto già una dimensione matura. Tuttavia Delaunay, dopo le sue prime prove astratte, recupera il legame con l’elemento figurativo. Il processo di astrazione per l’artista parte dal paesaggio urbano, un dato reale che rimane riconoscibile: le case, i ponti, le fabbriche in lontananza, le masse della vegetazione, lo specchio d’acqua. Tutti questi elementi, che danno vita a un complesso tessuto architettonico, sono espressi tramite forme geometriche, linee rette e curve, componenti plastici di un linguaggio astratto che convivono in un rapporto dinamico con il colore. La dinamicità di Paysage è una riflessione ottimistica sull’ambiente urbano attraverso la nuova visione tecnologica del mondo che porta in sé tutti gli influssi delle ricerche dei più grandi artisti dell’inizio secolo ai quali gli astrattisti sono debitori: la pittura analitica di Cézanne, la pittura post-impressionista, l’esperienza del cubismo.

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo