spinner-caricamento
Share
fullscreen
Susanna e i Vecchioni
fullscreen
Il tempo ammonitore
fullscreen
Antonio Gianlisi - Natura morta con tappeto
fullscreen
Pietro Antonio Luchini - Ritratto di Clementina Martelli Grillo
fullscreen
Giovanni Battista Todeschini - Ritratto di Lucia Stoppani
fullscreen
Massimo Tapparelli d'Azeglio - Porto di Lecco
fullscreen
Vincenzo Bianchi - Veduta di Lecco da Valmadrera
fullscreen
Ruggero Panerai - Soldati in attesa
fullscreen
Carlo Pizzi - Monte Resegone
fullscreen
Orlando Sora - La mia famiglia
fullscreen
Raffaele De Grada - Veduta di Lecco
fullscreen
Augusto Colombo - La laminatura
Susanna e i Vecchioni
Il tempo ammonitore
Antonio Gianlisi - Natura morta con tappeto
Pietro Antonio Luchini - Ritratto di Clementina Martelli Grillo
Giovanni Battista Todeschini - Ritratto di Lucia Stoppani
Massimo Tapparelli d'Azeglio - Porto di Lecco
Vincenzo Bianchi - Veduta di Lecco da Valmadrera
Ruggero Panerai - Soldati in attesa
Carlo Pizzi - Monte Resegone
Orlando Sora - La mia famiglia
Raffaele De Grada - Veduta di Lecco
Augusto Colombo - La laminatura

Altre opere esposte

Descrizione

Orlando Sora, originario di Fano, si stabilì a Lecco nel 1931, dove dipinse ininterrottamente dedicandosi principalmente al ritratto, al paesaggio, all’immagine sacra per la committenza privata e a grandi cicli di affreschi per quella pubblica. Nel 1951, nella chiesa del Caleotto a Lecco, realizzò Il giorno del Giudizio, cui seguirono il ciclo alle Poste Centrali di Lecco, la Via Crucis alla Chiesetta dei Piani d’Erna, per concludere con il grande acrilico Il Teatro della vita, sulla volta del Teatro della Società.

L’opera La mia famiglia (1933) appartiene alla prima produzione di Sora, in cui si riscontrano, personalmente rielaborati, i canoni della lezione Novecentista, nella descrizione delle forme plastiche e nella composizione per piani. Il grande quadro rappresenta la famiglia dell’artista all’interno del suo studio, con in primo piano la moglie e la piccola Vanna sulle ginocchia. In secondo piano l’artista, intento a dipingere un’opera, che è il riflesso della presente.

"Un quadro nel quadro”, artificio pittorico spesso presente nella storia dell’arte, declinato qui in un’atmosfera intima e quotidiana.
Il dipinto, è stato donato al Comune di Lecco dalla figlia dell'artista, Giovanna Sora, nel 2010, in seguito alla mostra "Orlando Sora. Tratti e ritratti" tenutasi a Villa Manzoni e Torre Viscontea.

Collocazione: sala n. 6 - sala interamente dedicata all'artista.


Altre opere a Lecco

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo