spinner-caricamento
Share
fullscreen
Federico Barocci - Ritratto di Maddalena Osuna Giron
fullscreen
Alessandro Algardi - Attila
fullscreen
Alvise Vivarini - Crocifisso con angeli che raccolgono il sangue di Cristo
fullscreen
Franz Werner Von Tamm, detto Monsó Daprait - Vaso di fiori, anguria e moretto con un vassoio di frutta
fullscreen
Christian Berentz - Fiori, frutta e un vassoio con calici di vetro
fullscreen
Elisabetta Sirani - Madonna con Bambino e San Giovannino
fullscreen
Caccia al cinghiale Calidonio
fullscreen
Giovanni Bellini - Incoronazione della Vergine
fullscreen
Guido Reni - Caduta dei giganti
fullscreen
Putto Alato
fullscreen
Giannandrea Lazzarini - Trinità con la Madonna
fullscreen
Mariotto di Nardo - Madonna con Bambino e i santi Michele e Francesco
fullscreen
Speranza bella - Piatto da pompa
fullscreen
Stemma famiglia Veterani di Urbino
fullscreen
Ferruccio Mengaroni - Medusa
Federico Barocci - Ritratto di Maddalena Osuna Giron
Alessandro Algardi - Attila
Alvise Vivarini - Crocifisso con angeli che raccolgono il sangue di Cristo
Franz Werner Von Tamm, detto Monsó Daprait - Vaso di fiori, anguria e moretto con un vassoio di frutta
Christian Berentz - Fiori, frutta e un vassoio con calici di vetro
Elisabetta Sirani - Madonna con Bambino e San Giovannino
Caccia al cinghiale Calidonio
Giovanni Bellini - Incoronazione della Vergine
Guido Reni - Caduta dei giganti
Putto Alato
Giannandrea Lazzarini - Trinità con la Madonna
Mariotto di Nardo - Madonna con Bambino e i santi Michele e Francesco
Speranza bella - Piatto da pompa
Stemma famiglia Veterani di Urbino
Ferruccio Mengaroni - Medusa

Altre opere esposte

Descrizione

Grande dipinto del 1637, in cui la compostezza figurativa tipica dell’artista lascia il posto ad una composizione dai movimenti vigorosi e dai tratti violenti, destinata a rievocare il mitico scontro fra i giganti figli della terra e le divinità dell’Olimpo. Colpiti dall’ira di Zeus, i giganti cadono travolti da massi enormi. La scena è impostata secondo una prospettiva ardita che fa pensare alla decorazione di un soffitto, probabilmente in una residenza privata. L’opera è giunta a Pesaro con la collezione bolognese degli Hercolani acquisita dai musei grazie all’eredità di Gioachino Rossini Più degli altri grandi pittori bolognesi del seicento, Guido Reni rappresenta un modello fondamentale per la cultura figurativa pesarese di quel periodo. Un’influenza determinante per gli artisti locali, tra cui il giovane Simone Cantarini.

Altre opere a Pesaro

Ricerche correlate

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo