spinner-caricamento
Share
fullscreen
Giovanni Lanfranco - Sant’Agata visitata in carcere da san Pietro e l’angelo
fullscreen
Leonardo da Vinci - Testa di fanciulla, detta
fullscreen
Girolamo Francesco Maria Mazzola, detto Parmigianino - Ritratto di gentildonna detto “La Schiava turca”
fullscreen
Domínikos Theotokópoulos, detto El Greco - Guarigione del cieco
fullscreen
Antonio Canova - Maria Luigia d’Asburgo in veste di Concordia
fullscreen
Antonio Allegri, detto il Correggio - Compianto su Cristo morto
fullscreen
Giovanni Battista, detto Cima da Conegliano - Madonna col Bambino in trono e i santi Giovanni Battista, Cosma, Damiano, Apollonia, Caterina e Giovanni Evangelista
fullscreen
Hans Holbein il Giovane - Erasmo da Rotterdam
fullscreen
Benedetto Antelami - Capitello
fullscreen
Beato Angelico - Madonna dell’umiltà, i santi Giovanni Battista e Paolo e l’incontro dei santi Domenico e Francesco; nella cornice, Quattordici serafini
fullscreen
Antoon van Dyck - Madonna col bambino
fullscreen
Giovan Battista Tiepolo - I santi Giuseppe da Leonessa e Fedele da Sigmaringen che calpesta l’eresia
fullscreen
Antonio Allegri, detto il Correggio - Incoronazione della Vergine (frammento del catino absidale della chiesa di San Giovanni Evangelista di Parma)
fullscreen
Giorgio Scherer - Interno di uno studio di pittore
fullscreen
Alberto Pasini - Una carovana che pernottò in un’oasi e preparasi alla partenza
fullscreen
Antonio Allegri, detto il Correggio - Riposo durante il ritorno dalla fuga in Egitto detta “Madonna della scodella”
fullscreen
Antonio Allegri, detto il Correggio - Madonna col Bambino e i santi Gerolamo e Maddalena detta “Madonna di san Gerolamo” o “Il giorno”
fullscreen
Gabriel François Doyen - Morte di Virginia
fullscreen
Damià Campeny - Trionfo da tavola
fullscreen
Giuseppe Baldrighi - Famiglia di Don Filippo di Borbone
fullscreen
Giovanni Francesco di Niccolò Luteri, detto Dosso Dossi - San Michele arcangelo combatte il demonio e la Vergine Assunta tra angeli
fullscreen
Giovanni Antonio Canal, detto Canaletto - Capriccio con edifici palladiani
fullscreen
Annibale Carracci - Compianto sul Cristo morto coi santi Chiara e Francesco d'Assisi
Giovanni Lanfranco - Sant’Agata visitata in carcere da san Pietro e l’angelo
Leonardo da Vinci - Testa di fanciulla, detta
Girolamo Francesco Maria Mazzola, detto Parmigianino - Ritratto di gentildonna detto “La Schiava turca”
Domínikos Theotokópoulos, detto El Greco - Guarigione del cieco
Antonio Canova - Maria Luigia d’Asburgo in veste di Concordia
Antonio Allegri, detto il Correggio - Compianto su Cristo morto
Giovanni Battista, detto Cima da Conegliano - Madonna col Bambino in trono e i santi Giovanni Battista, Cosma, Damiano, Apollonia, Caterina e Giovanni Evangelista
Hans Holbein il Giovane - Erasmo da Rotterdam
Benedetto Antelami - Capitello
Beato Angelico - Madonna dell’umiltà, i santi Giovanni Battista e Paolo e l’incontro dei santi Domenico e Francesco; nella cornice, Quattordici serafini
Antoon van Dyck - Madonna col bambino
Giovan Battista Tiepolo - I santi Giuseppe da Leonessa e Fedele da Sigmaringen che calpesta l’eresia
Antonio Allegri, detto il Correggio - Incoronazione della Vergine (frammento del catino absidale della chiesa di San Giovanni Evangelista di Parma)
Giorgio Scherer - Interno di uno studio di pittore
Alberto Pasini - Una carovana che pernottò in un’oasi e preparasi alla partenza
Antonio Allegri, detto il Correggio - Riposo durante il ritorno dalla fuga in Egitto detta “Madonna della scodella”
Antonio Allegri, detto il Correggio - Madonna col Bambino e i santi Gerolamo e Maddalena detta “Madonna di san Gerolamo” o “Il giorno”
Gabriel François Doyen - Morte di Virginia
Damià Campeny - Trionfo da tavola
Giuseppe Baldrighi - Famiglia di Don Filippo di Borbone
Giovanni Francesco di Niccolò Luteri, detto Dosso Dossi - San Michele arcangelo combatte il demonio e la Vergine Assunta tra angeli
Giovanni Antonio Canal, detto Canaletto - Capriccio con edifici palladiani
Annibale Carracci - Compianto sul Cristo morto coi santi Chiara e Francesco d'Assisi

Altre opere esposte

Descrizione

Il quadro di Doyen, esposto al Salon parigino del 1759, dove ottenne lusinghieri e favorevoli apprezzamenti, costituisce il primo importante acquisto di don Filippo di Borbone per la corte di Parma e appartiene a quel genere solenne della pittura di storia che aveva avuto grandi interpreti nella Francia del Settecento. L’opera presenta, secondo la narrazione che ne fa Tito Livio, il momento in cui il plebeo Lucio Virginio decide di uccidere la figlia Virginia, per sottrarla al disonore, evitando di consegnarla al decemviro Appio Claudio, il cui comportamento viene condannato per le angherie perpetrate ai danni della plebe. La morte di Virginia fu, infatti, causa di una sollevazione popolare nei confronti dei decemviri. Senza alcuna incertezza Doyen propone un movimentato sviluppo della scena, animato da una sorta di classicismo drammatico, eloquente nelle dinamiche gestuali ed espressive e caratterizzato da una tavolozza calibrata e funzionale alla narrazione. Particolarmente efficace il contrasto fra il decemviro Appio Claudio completamente avvolto da un alone rossastro e il vecchio canuto e pensoso alle sue spalle. Il calibrato accordo cromatico fra il bianco rosa che caratterizza le vesti dell’innocente eroina morente, contrapposto al blu rosso dell’oltraggiato promesso sposo, accentua la tensione drammatica e il senso di estremo pathos del culmine narrativo. Una regia altrettanto ricercata regola le accurate architetture dello sfondo, i dettagli antiquari delle suppellettili e dei costumi secondo un’attenzione filologica che porterà ad un nuovo trionfo dei soggetti di storia antica e varrà a Doyen il titolo di pittore alla moda. L’artista, insieme a Nattier, Julien de Parme, Liotard, Pecheux e Carl Van Loo, rappresenta artisticamente quel momento della vita politica ed economica del ducato di Parma in cui la Francia, per via del matrimonio fra don Filippo di Borbone e Louise Elizabeth, figlia di Luigi XV, avrà una particolare influenza culturale sulla piccola cittadina padana.


Altre opere a Parma

Ricerche correlate

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo