spinner-caricamento
Share

Fondazione Palazzo Coronini Cronberg verified

Gorizia, Friuli-Venezia Giulia, Italia chiuso visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Antonio Joli - Il corteo reale di Piedigrotta visto da ponente
fullscreen
Antonio Joli - Il corteo reale di Piedigrotta visto da levante
fullscreen
Antonio Zona - Ritratto di Louise Loy Smart
fullscreen
John Riley - Ritratto di Louis Dufort-Duras conte di Feversham
fullscreen
Re David e i portatori d'acqua, Salomone e la Regina di Saba
fullscreen
Utagawa Hiroshige - Neve notturna a Kambara
fullscreen
Jan Saenredam da Hendrick Goltzius - Mario Furio Camillo arriva a Roma per negoziare con i Galli
fullscreen
Giovanni Britto o Nicolò Boldrini da Tiziano Vecellio - Matrimonio mistico di santa Caterina
fullscreen
Rosalba Carriera - Madonna
fullscreen
Ferdinand Georg Waldmüller - Preghiera prima del temporale
fullscreen
Giuseppe Ceracchi - Ritratto di Napoleone Bonaparte
fullscreen
Bertel Thorvaldsen - Ritratto di Michele Coronini Cronberg
fullscreen
Coppia di bicchieri
fullscreen
Andreas Ferdinand Spiegel - Spilla
fullscreen
Pendola da mensola
fullscreen
Coppia di caffetterie
fullscreen
Martin-Guillaume Biennais - Coppia di saliere
fullscreen
Brocca e zuccheriera
fullscreen
Balza
fullscreen
Luca Pacioli - De ludo scacchorum
fullscreen
Pierre Philippe Thomire - Pendola da mensola
fullscreen
Servizio da scrittoio
fullscreen
Pistola a fucile
fullscreen
Tazza con piattino
fullscreen
Franz Xaver Messerschmidt - L’uomo che guarda il sole
fullscreen
Franz Xaver Messerschmidt - Lo starnuto
fullscreen
Bureau-cabinet
fullscreen
Spilla
fullscreen
Ventaglio da matrimonio
fullscreen
Edouard De Beaumon - Ventaglio
fullscreen
Abito con marsina, brache e panciotto
fullscreen
Tazza con piattino
fullscreen
Bicchiere
fullscreen
Pauline Ducruet Augustin; Jean-Baptiste Fossin - Bracciale con ritratto in miniatura del conte Edwin de Fagan
fullscreen
Zuppiera
fullscreen
Etagère con specchiera
fullscreen
Francesco Caucig - La Visitazione
Antonio Joli - Il corteo reale di Piedigrotta visto da ponente
Antonio Joli - Il corteo reale di Piedigrotta visto da levante
Antonio Zona - Ritratto di Louise Loy Smart
John Riley - Ritratto di Louis Dufort-Duras conte di Feversham
Re David e i portatori d'acqua, Salomone e la Regina di Saba
Utagawa Hiroshige - Neve notturna a Kambara
Jan Saenredam da Hendrick Goltzius - Mario Furio Camillo arriva a Roma per negoziare con i Galli
Giovanni Britto o Nicolò Boldrini da Tiziano Vecellio - Matrimonio mistico di santa Caterina
Rosalba Carriera - Madonna
Ferdinand Georg Waldmüller - Preghiera prima del temporale
Giuseppe Ceracchi - Ritratto di Napoleone Bonaparte
Bertel Thorvaldsen - Ritratto di Michele Coronini Cronberg
Coppia di bicchieri
Andreas Ferdinand Spiegel - Spilla
Pendola da mensola
Coppia di caffetterie
Martin-Guillaume Biennais - Coppia di saliere
Brocca e zuccheriera
Balza
Luca Pacioli - De ludo scacchorum
Pierre Philippe Thomire - Pendola da mensola
Servizio da scrittoio
Pistola a fucile
Tazza con piattino
Franz Xaver Messerschmidt - L’uomo che guarda il sole
Franz Xaver Messerschmidt - Lo starnuto
Bureau-cabinet
Spilla
Ventaglio da matrimonio
Edouard De Beaumon - Ventaglio
Abito con marsina, brache e panciotto
Tazza con piattino
Bicchiere
Pauline Ducruet Augustin; Jean-Baptiste Fossin - Bracciale con ritratto in miniatura del conte Edwin de Fagan
Zuppiera
Etagère con specchiera
Francesco Caucig - La Visitazione

Altre opere esposte

Descrizione

Franz Xaver Messerschmidt fu uno dei più affascinanti scultori dell’Illuminismo. Artista di formazione accademica, ottenne a Vienna un ampio consenso grazie ad alcuni originali ritratti, realizzati per l’imperatrice Maria Teresa e la sua corte. Dopo un viaggio di studio a Roma fu tra i primi scultori a rompere con le suntuose opere di tradizione barocca a favore dei più composti ritmi del Neoclassicismo. All’apice del successo, intorno al 1770, l’esistenza di Messerschmidt fu scossa tuttavia da una profonda crisi personale, determinata forse da problemi mentali, che lo indusse a lasciare Vienna e a trasferirsi a Pressburgo, l’odierna Bratislava. Qui, pur continuando saltuariamente a realizzare ritratti su commissione, si dedicò principalmente a quelle che sono le sue opere più famose, le “teste di carattere”. Stando a testimoni dell’epoca questi ritratti, contraddistinti da espressioni che vanno da una ferma impassibilità di stampo classico, alle smorfie più esagerate e grottesche, costituivano per Messerschmidt un mezzo per tenere a bada ed esorcizzare i demoni da cui si sentiva perseguitato. Delle circa 69 teste che si trovavano nello studio dell’artista al momento della sua morte nel 1783 e che furono ereditate dal fratello, 49 furono esposte a Vienna nel 1793, andando in seguito disperse. Attualmente solo 44 teste, conservate in musei e in collezioni private, sono state rintracciate. Le due teste delle collezioni Coronini non erano incluse nel gruppo di 49 opere ripetutamente esposte dal 1793, poiché probabilmente erano state precedentemente vendute dal fratello di Messerschmidt, che appose le iniziali “F. M. Sch.” e forse intervenne anche con alcun rifiniture a freddo. Contrariamente alle altre opere della serie, in grado di reggersi autonomamente su una base direttamente incorporata nel busto, quelle goriziane, in seguito a un successivo rimaneggiamento, poggiano invece su un supporto di legno, inserito in un piedistallo di alabastro. Identificata dagli studiosi come Variante della semplicità di spirito più grande questa testa era stata denominata dal conte Guglielmo Coronini l’Uomo che guarda il sole.

Altre opere a Gorizia

Ricerche correlate

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo