spinner-caricamento
Share
fullscreen
David Tremlett - Ceiling 100
fullscreen
Antonio Corradini - Due specchiere
fullscreen
Anne Poirier; Patrick Poirier - Occhio piangente
fullscreen
Augustus Pugin - Sedie
fullscreen
Giocondo Albertolli - Girandoles
fullscreen
Eugenio Ferretti - Imago
fullscreen
Viviano Codazzi; Domenico Gargiulo - Combattimento di gladiatori
fullscreen
Tom Phillips - Berlin Wall with German Grass and Skies II
fullscreen
Sala della radice
fullscreen
Frans Floris; William Key - Autoritratto di Frans Floris e William Key con Tito, Caio e Vitellio
David Tremlett - Ceiling 100
Antonio Corradini - Due specchiere
Anne Poirier; Patrick Poirier - Occhio piangente
Augustus Pugin - Sedie
Giocondo Albertolli - Girandoles
Eugenio Ferretti - Imago
Viviano Codazzi; Domenico Gargiulo - Combattimento di gladiatori
Tom Phillips - Berlin Wall with German Grass and Skies II
Sala della radice
Frans Floris; William Key - Autoritratto di Frans Floris e William Key con Tito, Caio e Vitellio

Altre opere esposte

Descrizione

L’opera di Frans Floris è fra le più enigmatiche della collezione Valsecchi. La tavola è dipinta su entrambi i lati: nel versante che era destinato a essere visto, il pittore fiammingo si è autoritratto insieme a William Key, un compagno di studi dell’Académie Lombard di Liegi e a tre imperatori romani: Tito, Caio e Vitellio. I cinque uomini sono anche però “conoscitori” di antichità: aprono una cassetta dove sono contenuti frammenti di sculture romane, come la Venere medicea o la Testa di cavallo. Un meccanismo ancora esistente nella cornice permetteva di girare la tavola e di vedere il retro: qui una Battaglia di anziani sembra ispirata alle stampe tratte dagli affreschi di Rosso Fiorentino a Fontainebleau. Floris era stato a Roma nel 1535 e a Liegi, sotto la guida di Lambert Lombard, era il più promettente dei ‘giovani ribelli’ fiamminghi che credevano in un rinnovamento della pittura sulla base degli scambi con l’antico. Questo dialogo a distanza con il mondo romano, in cui antico e contemporaneo si sovrappongono felicemente, è adesso esposto nella biblioteca di Palazzo Butera, in un allestimento disegnato da Giovanni Cappelletti che permette di vedere entrambi i lati dell’opera.

Altre opere a Palermo

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo