spinner-caricamento
Share
fullscreen
Francesco Hayez - Ritratto di giovane donna
fullscreen
Natura morta con cacciagione, frutta e cesto
fullscreen
Giovanni Battista Caracciolo, detto Battistello - Andata al Calvario
fullscreen
Mosè Bianchi - Nel Duomo d Monza
fullscreen
Guido Cinotti - Passaggio montano con neve
fullscreen
Fausto Pirandello - Nudo allo specchio
fullscreen
Anselmo Bucci - Autoritratto
fullscreen
Pompeo Mariani - Veduta del Cairo
fullscreen
Emilio Borsa - Mulini a Monza
fullscreen
Eugenio Spreafico - Dal lavoro. Il ritorno dalla filanda
fullscreen
Giuseppe Meda - Compianto sul Cristo morto con San Giovanni Battista
fullscreen
Simone Pellegrini - La libagione
fullscreen
Giuseppe Grandi - Busto femminile
fullscreen
Angelo Inganni - Veduta della contrada nuova in Monza
fullscreen
Arturo Martini - Leda col cigno
Francesco Hayez - Ritratto di giovane donna
Natura morta con cacciagione, frutta e cesto
Giovanni Battista Caracciolo, detto Battistello - Andata al Calvario
Mosè Bianchi - Nel Duomo d Monza
Guido Cinotti - Passaggio montano con neve
Fausto Pirandello - Nudo allo specchio
Anselmo Bucci - Autoritratto
Pompeo Mariani - Veduta del Cairo
Emilio Borsa - Mulini a Monza
Eugenio Spreafico - Dal lavoro. Il ritorno dalla filanda
Giuseppe Meda - Compianto sul Cristo morto con San Giovanni Battista
Simone Pellegrini - La libagione
Giuseppe Grandi - Busto femminile
Angelo Inganni - Veduta della contrada nuova in Monza
Arturo Martini - Leda col cigno

Altre opere esposte

Descrizione

La grande tela rappresenta uno dei lavori di maggior impegno di Emilio Borsa, attento osservatore della realtà rurale ancora presente sul finire dell’Ottocento ai margini del centro storico della città. In questo caso il Borsa coglie un attimo di vita quotidiana presso i mulini allora esistenti lungo il Lambro nella zona del convento delle Grazie Vecchie, area poi completamente stravolta dagli insediamenti successivi alla fine della seconda guerra mondiale. L’opera gode, grazie anche a un recente restauro, di una qualità cromatica altissima valorizzata dal sapiente uso delle luci e dei riflessi sull’acqua, mentre l’indagine sulle figure femminili colte nello svolgimento di quiete attività quotidiane si colloca nel filone del naturalismo ottocentesco ben presente nella produzione artistica monzese dell’epoca.

Ricerche correlate

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo