Share
fullscreen
Jacopo Robusti, detto Tintoretto - La caduta di Fetonte
fullscreen
Diego Rodríguez de Silva y Velázquez - Ritratto di Francesco I
fullscreen
Gian Lorenzo Bernini - Ritratto di Francesco I
fullscreen
Prospero Clemente - Busto di Ercole II d'Este
fullscreen
Domenico Galli - Violoncello
fullscreen
Spinario
fullscreen
Annibale Carracci - Venere e Amore
fullscreen
Arpa Estense
fullscreen
Giovanni Francesco Barbieri, detto Guercino - Venere, Marte e Amore
fullscreen
Guido Mazzoni - Testa di vecchio
fullscreen
Antonio Raggi - Amor sacro e Amor profano
fullscreen
Pier Jacopo Alari Bonacolsi, detto l'Antico - Vaso Gonzaga
Jacopo Robusti, detto Tintoretto - La caduta di Fetonte
Diego Rodríguez de Silva y Velázquez - Ritratto di Francesco I
Gian Lorenzo Bernini - Ritratto di Francesco I
Prospero Clemente - Busto di Ercole II d'Este
Domenico Galli - Violoncello
Spinario
Annibale Carracci - Venere e Amore
Arpa Estense
Giovanni Francesco Barbieri, detto Guercino - Venere, Marte e Amore
Guido Mazzoni - Testa di vecchio
Antonio Raggi - Amor sacro e Amor profano
Pier Jacopo Alari Bonacolsi, detto l'Antico - Vaso Gonzaga

Altre opere esposte

Descrizione

Questo violoncello fu realizzato per Francesco II d’Este (1660-1694) da Domenico Galli (1649 – 1697), intagliatore, decoratore, calligrafo e musicista, assieme a un liutaio anonimo. L’opera stessa è una testimonianza della cultura eclettica ed onnivora, barocca, che contraddistinse l’Europa del XVII secolo: fu realizzata infatti con un’ampia varietà di materiali, quali legno d’acero, abete, giuggiolo ed ebano finemente intagliati e intarsiati, ma vi sono anche inserti in tartaruga, vetro e ceramica. L’opera è una splendida sintesi di due tipologie differenti che nel corso dei secoli hanno contraddistinto la produzione artistica e l’alto artigianato in area padana, ovvero la liuteria la tarsia lignea. Al contempo è una preziosa testimonianza dell’importanza che riveste la musica all’interno della corte estense, anche dopo il trasferimento della sede ducale da Ferrara a Modena.

Altre opere a Modena

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento