Share
fullscreen
Costantino Nivola - Figura maschile
fullscreen
Costantino Nivola - Un mio antenato, Serie Gli Antenati.
fullscreen
Costantino Nivola - Studio per lo showroom Olivetti a New York
fullscreen
Costantino Nivola - La stanza di meditazione
fullscreen
Costantino Nivola - New York
fullscreen
Costantino Nivola - The pergola-village, vined Orani
fullscreen
Costantino Nivola - Bozzetto per la Mutual of Hartford Insurance Company
fullscreen
Costantino Nivola - Bozzetto del Monumento al muratore di Orani (serie building blocks)
fullscreen
Costantino Nivola - Spiaggia
fullscreen
Costantino Nivola - Seneca
fullscreen
Costantino Nivola - The Unbelievable City
fullscreen
Costantino Nivola - Spiaggia
fullscreen
Costantino Nivola - Letto
fullscreen
Costantino Nivola - Due figure
fullscreen
Costantino Nivola - Danzatrice dell’argia
Costantino Nivola - Figura maschile
Costantino Nivola - Un mio antenato, Serie Gli Antenati.
Costantino Nivola - Studio per lo showroom Olivetti a New York
Costantino Nivola - La stanza di meditazione
Costantino Nivola - New York
Costantino Nivola - The pergola-village, vined Orani
Costantino Nivola - Bozzetto per la Mutual of Hartford Insurance Company
Costantino Nivola - Bozzetto del Monumento al muratore di Orani (serie building blocks)
Costantino Nivola - Spiaggia
Costantino Nivola - Seneca
Costantino Nivola - The Unbelievable City
Costantino Nivola - Spiaggia
Costantino Nivola - Letto
Costantino Nivola - Due figure
Costantino Nivola - Danzatrice dell’argia

Altre opere esposte

Descrizione

La tecnica del sandcasting inventata da Nivola consentiva di eseguire dei pannelli in rilievo che potevano essere montati a ricoprire superfici murarie anche molto vaste, come la facciata della Mutual of Hartford Insurance Company, realizzata nel 1958 a Hartford, nel Connecticut, di cui il museo conserva il bozzetto.
 Le sculture erano eseguite con lo stesso materiale utilizzato per la costruzione degli edifici moderni, il cemento, e con la stessa carpenteria; trasportate nelle cassaforme servite a costruirle, potevano viaggiare con i normali mezzi di trasporto usati nel cantiere e senza particolari condizioni assicurative. Nivola puntava a una “normalizzazione” della scultura, che la privasse della sua aura di eccezionalità avvicinandola alla vita quotidiana. L’opera d’arte, divenuta parte dell’esistenza comune, doveva contribuire a migliorare la società creando un ambiente più armonioso e piacevole.

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento