spinner-caricamento
Share
fullscreen
Susanna e i Vecchioni
fullscreen
Il tempo ammonitore
fullscreen
Antonio Gianlisi - Natura morta con tappeto
fullscreen
Pietro Antonio Luchini - Ritratto di Clementina Martelli Grillo
fullscreen
Giovanni Battista Todeschini - Ritratto di Lucia Stoppani
fullscreen
Massimo Tapparelli d'Azeglio - Porto di Lecco
fullscreen
Vincenzo Bianchi - Veduta di Lecco da Valmadrera
fullscreen
Ruggero Panerai - Soldati in attesa
fullscreen
Carlo Pizzi - Monte Resegone
fullscreen
Orlando Sora - La mia famiglia
fullscreen
Raffaele De Grada - Veduta di Lecco
fullscreen
Augusto Colombo - La laminatura
Susanna e i Vecchioni
Il tempo ammonitore
Antonio Gianlisi - Natura morta con tappeto
Pietro Antonio Luchini - Ritratto di Clementina Martelli Grillo
Giovanni Battista Todeschini - Ritratto di Lucia Stoppani
Massimo Tapparelli d'Azeglio - Porto di Lecco
Vincenzo Bianchi - Veduta di Lecco da Valmadrera
Ruggero Panerai - Soldati in attesa
Carlo Pizzi - Monte Resegone
Orlando Sora - La mia famiglia
Raffaele De Grada - Veduta di Lecco
Augusto Colombo - La laminatura

Altre opere esposte

Descrizione

Il soggetto della natura morta con tappeto ha notevole diffusione nell’Italia Settentrionale, dalla metà del XVII secolo, dopo essere stato lanciato nelle Fiandre all’inizio del secolo.
L’opera Natura morta con tappeto, del pittore piacentino Antonio Gianlisi, riprende molti stilemi del soggetto fiammingo, che si ritrovano nei tessuti, la cui produzione è tipica delle Fiandre, ma anche nei frutti, simboli della grande potenza marittima della Compagnia delle Indie. Allo stesso tempo questo dipinto richiama le nature morte del pittore bergamasco Evaristo Baschenis, nel modo in cui viene impaginata la composizione pittorica degli oggetti inseriti in quinte costituite da tendaggi damascati e tappeti riccamente decorati.

Gianlisi trae spunto da questi insegnamenti per una rilettura ed una rielaborazione personale del soggetto, usando una tavolozza di colori più accesi, in cui i particolari assumono maggior rilievo rispetto alla visione d’insieme.
Un’altra peculiarità dell’artista è quella di rendere morbidi i panneggi dei tessuti, molto spesso decorati con ori e la fattura delle frange, rese secondo i minimi dettagli, come nelle coeve nature morte fiamminghe.

Collocazione: sala n. 2


Altre opere a Lecco

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo