Share
fullscreen
Francesco Hayez - Ritratto di giovane donna
fullscreen
Natura morta con cacciagione, frutta e cesto
fullscreen
Giovanni Battista Caracciolo, detto Battistello - Andata al Calvario
fullscreen
Mosè Bianchi - Nel Duomo d Monza
fullscreen
Guido Cinotti - Passaggio montano con neve
fullscreen
Fausto Pirandello - Nudo allo specchio
fullscreen
Anselmo Bucci - Autoritratto
fullscreen
Pompeo Mariani - Veduta del Cairo
fullscreen
Emilio Borsa - Mulini a Monza
fullscreen
Eugenio Spreafico - Dal lavoro. Il ritorno dalla filanda
fullscreen
Giuseppe Meda - Compianto sul Cristo morto con San Giovanni Battista
fullscreen
Simone Pellegrini - La libagione
fullscreen
Giuseppe Grandi - Busto femminile
fullscreen
Angelo Inganni - Veduta della contrada nuova in Monza
fullscreen
Arturo Martini - Leda col cigno
Francesco Hayez - Ritratto di giovane donna
Natura morta con cacciagione, frutta e cesto
Giovanni Battista Caracciolo, detto Battistello - Andata al Calvario
Mosè Bianchi - Nel Duomo d Monza
Guido Cinotti - Passaggio montano con neve
Fausto Pirandello - Nudo allo specchio
Anselmo Bucci - Autoritratto
Pompeo Mariani - Veduta del Cairo
Emilio Borsa - Mulini a Monza
Eugenio Spreafico - Dal lavoro. Il ritorno dalla filanda
Giuseppe Meda - Compianto sul Cristo morto con San Giovanni Battista
Simone Pellegrini - La libagione
Giuseppe Grandi - Busto femminile
Angelo Inganni - Veduta della contrada nuova in Monza
Arturo Martini - Leda col cigno

Altre opere esposte

Descrizione

Anselmo Bucci è uno dei pittori più importanti rappresentati nelle collezioni del museo: nativo di Fossombrone, visse buona parte della sua esistenza a Monza, dove mosse i primi passi come pittore e dove morì nel 1955. Il pittore ebbe un ruolo chiave nell’esperienza di Novecento Italiano, da lui fondato insieme a Dudreville, Funi, Sironi, Oppi, Malerba e Marussig ma da cui si distacca nel ’29, proseguendo la sua ricerca in autonomia. Il dipinto rappresenta un Anselmo Bucci maturo e pienamente consapevole del ruolo ormai assunto nel panorama dell’arte italiana di quegli anni: si raffigura entro un ovale di tre quarti, in veste d’artista, lo sguardo deciso e sicuro. Sullo sfondo, indefinito ma illuminato a sinistra da una finestra, si riconosce una figura femminile.

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento