spinner-caricamento
Share

Museo Archeologico Nazionale di Parma verified

Parma, Emilia-Romagna, Italia aperto visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Neolitico. Asce in pietra verde alpina levigate a specchio, non funzionali
fullscreen
Antica Età del bronzo. Collari in bronzo dal ripostiglio di Fraore (PR)
fullscreen
Età del bronzo. Vaghi in ambra della terramara di Castione Marchesi (PR
fullscreen
Età del bronzo. Disco in palco di cervo decorato della terramara di Castione Marchesi (PR)
fullscreen
Età del bronzo. Pettini in palco di cervo della terramara di Castione Marchesi (PR)
fullscreen
Età del ferro. Oreficerie da una tomba etrusca di Fraore (PR)
fullscreen
Rilievo parietale in calcare della tomba del dignitario Amenemone, Menfi
fullscreen
Kylix a figure rosse del ceramografo attico Oltos
fullscreen
Ciclo statuario in marmo lunense da Veleia, Germanico con ritratto di Nerva
fullscreen
Ritratto di fanciulla, da Veleia
fullscreen
Tabula alimentaria traianea, da Veleia, iscrizione su bronzo
fullscreen
Bassorilievo raffigurante Oceano in alabastro fiorito del Marocco,
fullscreen
Lucerna in bronzo a forma di sandalo dal tesoretto di Borgo delle Orsoline, Parma
fullscreen
Grande fibula a disco in oro e pietre dure da Borgo della Posta, Parma
fullscreen
Paleolitico inferiore. Bifacciale acheulano
fullscreen
Neolitico, Cultura dei Vasi a Bocca Quadrata. Divinità femminile da una sepoltura di Vicofertile (PR)
Neolitico. Asce in pietra verde alpina levigate a specchio, non funzionali
Antica Età del bronzo. Collari in bronzo dal ripostiglio di Fraore (PR)
Età del bronzo. Vaghi in ambra della terramara di Castione Marchesi (PR
Età del bronzo. Disco in palco di cervo decorato della terramara di Castione Marchesi (PR)
Età del bronzo. Pettini in palco di cervo della terramara di Castione Marchesi (PR)
Età del ferro. Oreficerie da una tomba etrusca di Fraore (PR)
Rilievo parietale in calcare della tomba del dignitario Amenemone, Menfi
Kylix a figure rosse del ceramografo attico Oltos
Ciclo statuario in marmo lunense da Veleia, Germanico con ritratto di Nerva
Ritratto di fanciulla, da Veleia
Tabula alimentaria traianea, da Veleia, iscrizione su bronzo
Bassorilievo raffigurante Oceano in alabastro fiorito del Marocco,
Lucerna in bronzo a forma di sandalo dal tesoretto di Borgo delle Orsoline, Parma
Grande fibula a disco in oro e pietre dure da Borgo della Posta, Parma
Paleolitico inferiore. Bifacciale acheulano
Neolitico, Cultura dei Vasi a Bocca Quadrata. Divinità femminile da una sepoltura di Vicofertile (PR)

Altre opere esposte

Descrizione

Pettini delle terramare: gli abitanti delle terramare (1650-1150 circa a.C.) rivelano grande perizia e raffinato gusto nella lavorazione del palco di cervo.

Dal palco, che cade spontaneamente a inizio primavera, ricavavano una svariata gamma di oggetti, robusti e usati ad esempio nell’attività agricola, oppure eleganti e decorati per l’ornamento personale. La lavorazione, che prevedeva numerosi passaggi, era effettuata con strumenti di pietra, di bronzo, di osso, di cuoio. Nonostante l’evidente alto livello tecnico, noi archeologi non siamo ancora in grado di stabilire se ogni famiglia realizzasse autonomamente i diversi oggetti o se almeno una parte fosse prodotta da artigiani specializzati.

La maestria terramaricola è ben evidente nella varietà di forme e decorazioni dei tanti pettini ritrovati nella terramara di Castione Marchesi. A differenza di quello che saremmo portati a immaginare, il loro uso non era limitato alla capigliatura: le differenze riscontrabili nei denti (sia per tecnica di realizzazione, sia per la presenza o meno di segni di usura) ci rivelano che alcuni erano stati usati sui capelli, altri invece durante le attività di tessitura per serrare la trama dei tessuti, le cui fibre hanno appunto lasciato usure inconfondibili.


Sconti e riduzioni con l'Artsupp Card

Con l’Artsupp Card puoi accedere per la prima volta a sconti e ingressi ridotti nei musei di tutta Italia.

Scopri di più

Altre opere a Parma

Ricerche correlate

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo