spinner-caricamento
Share

Museo Archeologico Nazionale di Parma verified

Parma, Emilia-Romagna, Italia aperto visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Neolitico. Asce in pietra verde alpina levigate a specchio, non funzionali
fullscreen
Antica Età del bronzo. Collari in bronzo dal ripostiglio di Fraore (PR)
fullscreen
Età del bronzo. Vaghi in ambra della terramara di Castione Marchesi (PR
fullscreen
Età del bronzo. Disco in palco di cervo decorato della terramara di Castione Marchesi (PR)
fullscreen
Età del bronzo. Pettini in palco di cervo della terramara di Castione Marchesi (PR)
fullscreen
Età del ferro. Oreficerie da una tomba etrusca di Fraore (PR)
fullscreen
Rilievo parietale in calcare della tomba del dignitario Amenemone, Menfi
fullscreen
Kylix a figure rosse del ceramografo attico Oltos
fullscreen
Ciclo statuario in marmo lunense da Veleia, Germanico con ritratto di Nerva
fullscreen
Ritratto di fanciulla, da Veleia
fullscreen
Tabula alimentaria traianea, da Veleia, iscrizione su bronzo
fullscreen
Bassorilievo raffigurante Oceano in alabastro fiorito del Marocco,
fullscreen
Lucerna in bronzo a forma di sandalo dal tesoretto di Borgo delle Orsoline, Parma
fullscreen
Grande fibula a disco in oro e pietre dure da Borgo della Posta, Parma
fullscreen
Paleolitico inferiore. Bifacciale acheulano
fullscreen
Neolitico, Cultura dei Vasi a Bocca Quadrata. Divinità femminile da una sepoltura di Vicofertile (PR)
Neolitico. Asce in pietra verde alpina levigate a specchio, non funzionali
Antica Età del bronzo. Collari in bronzo dal ripostiglio di Fraore (PR)
Età del bronzo. Vaghi in ambra della terramara di Castione Marchesi (PR
Età del bronzo. Disco in palco di cervo decorato della terramara di Castione Marchesi (PR)
Età del bronzo. Pettini in palco di cervo della terramara di Castione Marchesi (PR)
Età del ferro. Oreficerie da una tomba etrusca di Fraore (PR)
Rilievo parietale in calcare della tomba del dignitario Amenemone, Menfi
Kylix a figure rosse del ceramografo attico Oltos
Ciclo statuario in marmo lunense da Veleia, Germanico con ritratto di Nerva
Ritratto di fanciulla, da Veleia
Tabula alimentaria traianea, da Veleia, iscrizione su bronzo
Bassorilievo raffigurante Oceano in alabastro fiorito del Marocco,
Lucerna in bronzo a forma di sandalo dal tesoretto di Borgo delle Orsoline, Parma
Grande fibula a disco in oro e pietre dure da Borgo della Posta, Parma
Paleolitico inferiore. Bifacciale acheulano
Neolitico, Cultura dei Vasi a Bocca Quadrata. Divinità femminile da una sepoltura di Vicofertile (PR)

Altre opere esposte

Descrizione

La signora etrusca di Fraore: nel 1864, lungo la via Emilia e a poca distanza dall’attraversamento del fiume Taro, è stato ritrovato il primo sito etrusco del parmense. Gli oggetti recuperati ed esposti in museo sono straordinari, ma le notizie dell’epoca sono purtroppo scarne: parlano di un “tumulo sepolcrale”, quindi di una tomba imponente, cosa che ben si accorda con la ricchezza dei reperti.

Il corredo comprendeva il tipico servizio da simposio, con due coltelli e uno spiedo in ferro, vasi in bronzo di diverse dimensioni e forma (per mescolare e mescere acqua e vino) e una parure di gioielli in oro e in argento, composta da anello, orecchini e “fibule” (spille da abito). Le fogge dei monili rivelano ispirazione (o provenienza?) da aree diverse. Gli orecchini, in oro con terminazione a testa femminile e granuli applicati, ci appaiono subito etruschi e altrettanto tipiche dell’area etrusca di Felsina (oggi Bologna) sono anche le due fibule in argento più semplici. L’altra grande fibula in argento e le due fibule in oro sono invece molto più elaborate: l’arco “serpeggiante” e il disco “fermapieghe” erano in voga tra gli accessori femminili dell’Italia nord-occidentale, area di cultura non etrusca, ma celtica.

La tomba apparteneva dunque a una donna di rango elevato vissuta probabilmente, tra 450 e 400 a.C., in uno dei piccoli insediamenti che sono stati individuati, di recente, nella stessa zona.

In questi nuclei abitati dovevano risiedere alcune famiglie aristocratiche che oltre a disporre del possesso fondiario sul territorio, esercitavano un controllo sulle principali vie di traffico lungo cui correvano gli scambi tra mondo etrusco e mondo celtico.


Sconti e riduzioni con l'Artsupp Card

Con l’Artsupp Card puoi accedere per la prima volta a sconti e ingressi ridotti nei musei di tutta Italia.

Scopri di più

Altre opere a Parma

Ricerche correlate

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo