spinner-caricamento
Share

Museo Universitario di Scienze della terra verified

Roma, Lazio, Italia chiuso visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Berillo
fullscreen
Sodalite
fullscreen
Zolfo
fullscreen
Topazio imperiale
fullscreen
Ambra Siciliana
fullscreen
L’Aigle, meteorite di tipo condrite L
fullscreen
Granato
fullscreen
Renazzo, meteorite di tipo condrite
fullscreen
Monte Milone, meteorite di tipo condrite L
fullscreen
Diamante
fullscreen
Axinite
fullscreen
Magnesite
fullscreen
Dactyliotheca
Berillo
Sodalite
Zolfo
Topazio imperiale
Ambra Siciliana
L’Aigle, meteorite di tipo condrite L
Granato
Renazzo, meteorite di tipo condrite
Monte Milone, meteorite di tipo condrite L
Diamante
Axinite
Magnesite
Dactyliotheca

Altre opere esposte

Descrizione

Uno dei campioni più importanti presenti nella Collezione Spada, entrato nel Museo di Mineralogia nel 1852, è rappresentato da questo granato proveniente da Testa Ciarva, Mussa, Val d’Ala Lanzo, Torino, Piemonte, Italia. I granati sono una famiglia di minerali molto diffusi su scala planetaria e si rinvengono in una vastissima gamma di colori e qualità; esistono però alcuni posti di estrazione dove i granati assumono connotazioni particolari ed uniche, se a ciò associamo il fatto che alcuni giacimenti sono divenuti improduttivi o vincolati da divieto di scavo, ecco che alcuni campioni, estratti molte decine di anni fa possono assumere un particolare pregio scientifico, storico ed estetico. È il caso dei granati della Val d’Ala, con trasparenza e lucentezza da renderli di qualità gemma, in associazione con cristalli di diopside. In particolare la località “Testa Ciarva” (“Calva” in dialetto locale), è diventata famosa sia per la qualità che per la quantità dei campioni forniti nel corso degli anni. Questo giacimento è stato sicuramente il più sfruttato della valle, anche con l’abbondante utilizzo di esplosivi. Oggi, a causa di questo, la zona è stata totalmente interdetta alla ricerca e raccolta dei minerali. Ciò aggiunge maggior valore agli esemplari presenti nelle collezioni mineralogiche. I minerali che più hanno reso famosa la località sono il granato e il diopside, entrambi presenti nel campione ereditato dalla Collezione Spada: i cristalli di granato sono di straordinaria eleganza, di un intenso colore rosso-giacinto-cupo, con un abito di solito dato dalla combinazione tra l’icositetraedro e il rombododecaedro; i cristalli di diopside sono di colore grigio-verde e caratterizzano questa associazione particolare ed esclusiva di questa località. I granati della Val d’Ala, grazie alla loro rarità, alla loro storia e alla loro bellezza, sono in assoluto tra gli esemplari mineralogici più famosi ed ammirati su scala mondiale. 


Altre opere a Roma

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo