Share

Museo delle Arti Decorative verified

Milano, Lombardia, IT chiuso visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Bartolomeo Suardi, detto Bramantino - Arazzo con la rappresentazione di Dicembre
fullscreen
Bartolomeo Suardi, detto Bramantino - Arazzo con la rappresentazione di Gennaio
fullscreen
Bartolomeo Suardi, detto Bramantino - Arazzo con la rappresentazione di Febbraio
fullscreen
Compasso geometrico militare di Galileo Galilei
fullscreen
Gesù crocifisso tra i due ladroni
fullscreen
Alzata Gonzaga
fullscreen
Gio Ponti; Libero Andreotti - Cista blu
fullscreen
Otto Imperator
fullscreen
Cassettina dei Santi Cipriano e Giustina
fullscreen
Versatoio
fullscreen
Ostensorio di Voghera
fullscreen
Scipione Delfinone; Camillo da Posterla - Il Gonfalone di Milano
fullscreen
Marie al sepolcro
Bartolomeo Suardi, detto Bramantino - Arazzo con la rappresentazione di Dicembre
Bartolomeo Suardi, detto Bramantino - Arazzo con la rappresentazione di Gennaio
Bartolomeo Suardi, detto Bramantino - Arazzo con la rappresentazione di Febbraio
Compasso geometrico militare di Galileo Galilei
Gesù crocifisso tra i due ladroni
Alzata Gonzaga
Gio Ponti; Libero Andreotti - Cista blu
Otto Imperator
Cassettina dei Santi Cipriano e Giustina
Versatoio
Ostensorio di Voghera
Scipione Delfinone; Camillo da Posterla - Il Gonfalone di Milano
Marie al sepolcro

Altre opere esposte

Descrizione

Il gruppo bronzeo con il Cristo tra i due ladroni rivela nella tensione dei corpi e nella trattazione dei muscoli una chiara impronta michelangiolesca, in particolar modo nella figura del cattivo ladrone. La posa di questo personaggio infatti, con la gamba sinistra fortemente piegata, mostra un inequivocabile riferimento a un disegno di Michelangelo conservato al Teylers Museum di Haarlem (inv. 18). Dato il probabile ambito lombardo, il gruppo è stato avvicinato allo scultore Annibale Fontana o secondo altri studiosi a Guglielmo della Porta. Assai interessante risulta l’esistenza di altri due gruppi di analogo soggetto, conservati al Museo Diocesano di Hildesheim e al Metropolitan Museum di New York. Per l’autografia dei tre gruppi resta ancora problematica un’attribuzione certa, mentre la cronologia si colloca nella seconda metà del XVI secolo. Il gruppo apparteneva alla collezione del pittore Giuseppe Bossi.

Altre opere a Milano

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento