Share

Museo di Arte Antica verified

Milano, Lombardia, IT chiuso visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Busto femminile detto La Mora
fullscreen
Testa femminile detta di Teodora
fullscreen
Agostino Busti, detto il Bambaia - Statua giacente di Gaston de Foix
fullscreen
Agostino di Duccio - San Sigismondo in viaggio verso Aguano
fullscreen
Bonino da Campione - Arca di Bernabò Visconti
fullscreen
Lastra con i simboli degli Evangelsti
fullscreen
Portale del Banco Mediceo
fullscreen
Tabernacolo con figure di angeli
fullscreen
Fornice esterno della Pusterla dei Fabbri
fullscreen
Statue votive da Porta Ticinese
fullscreen
Lettorino a nove matasse
Busto femminile detto La Mora
Testa femminile detta di Teodora
Agostino Busti, detto il Bambaia - Statua giacente di Gaston de Foix
Agostino di Duccio - San Sigismondo in viaggio verso Aguano
Bonino da Campione - Arca di Bernabò Visconti
Lastra con i simboli degli Evangelsti
Portale del Banco Mediceo
Tabernacolo con figure di angeli
Fornice esterno della Pusterla dei Fabbri
Statue votive da Porta Ticinese
Lettorino a nove matasse

Altre opere esposte

Descrizione

Il grande fornice costituisce l’unica parte superstite della fronte esterna della Pusterla dei Fabbri, un accesso secondario che si apriva nelle mura di Milano edificate a partire dal 1171. Collocata originariamente nei pressi dell’attuale piazza Resistenza Partigiana, è possibile che il nome del monumento derivi dalle officine per la lavorazione dei metalli collocate nelle vicinanze. Il manufatto è costituito da un arco a tutto sesto caratterizzato da possenti conci di marmo conclusi da una ghiera acutangola, di fattura semplice quanto armoniosa nelle misure e nel sistema dell’incastro. Sulle due basi d’imposta va segnalata la presenza di minuscole protomi: a sinistra, il rilievo di un uomo barbuto con grandi occhi sbarrati; a destra, quello di un leone con le fauci aperte. Nel 1902, dopo un acceso dibattito in difesa della conservazione in loco, il monumento fu trasferito in Castello Sforzesco su decisione del Consiglio Comunale. Dal 1956 la Pusterla de Fabbri è stata trasferita nella sala I, dove segnala con la sua solenne imponenza l’avvio del percorso architettonico e scultoreo del Museo d’Arte Antica.

Altre opere a Milano

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo
spinner-caricamento