spinner-caricamento
Share

Musei Reali di Torino verified

Torino, Piemonte, IT aperto visita il museoarrow_right_alt

fullscreen
Leonardo da Vinci - Ritratto di fanciulla
fullscreen
Leonardo da Vinci - Autoritratto
fullscreen
Michelangelo Buonarotti - Testa maschile
fullscreen
Pietro di Cristoforo Vannucci, detto Perugino - Giovane nudo accanto a un vecchio vestito all’orientale
fullscreen
Raffaello Sanzio - Studio di giovane
fullscreen
Album dei Pesci
fullscreen
Album di pesci
fullscreen
Album di pesci
fullscreen
Album di uccelli
fullscreen
Album dei fiori
Leonardo da Vinci - Ritratto di fanciulla
Leonardo da Vinci - Autoritratto
Michelangelo Buonarotti - Testa maschile
Pietro di Cristoforo Vannucci, detto Perugino - Giovane nudo accanto a un vecchio vestito all’orientale
Raffaello Sanzio - Studio di giovane
Album dei Pesci
Album di pesci
Album di pesci
Album di uccelli
Album dei fiori

Altre opere esposte

Descrizione

Il volume, allestito probabilmente all’inizio del Seicento, contiene settantacinque tavole riguardanti quasi esclusivamente animali marini, dulciacquicoli o del litorale mediterraneo: Pesci, Rettili, Mammiferi, Crostacei, Molluschi ed Echinodermi. Gli organismi rappresentati, talvolta più di uno per tavola, con rare ripetizioni, sono molto numerosi e i disegni, di grandi dimensioni, sono eseguiti a tempera su di un cartoncino ritagliato e incollato ai fogli dell’album. I disegni tendono a riprodurre le dimensioni originali della specie per cui i fogli sono stati in molti casi ripiegati più volte su se stessi per ridurne l’eccessiva ampiezza (fino a più di 3 metri). La qualità artistica è in genere buona, anche se i disegnatori, con tutta probabilità più d’uno, non hanno spesso riportato importanti dettagli anatomici, o cromatici, utili ad una identificazione certa della specie. Gli ittionimi utilizzati sono per lo più nizzardi, spesso accompagnati da nomi portoghesi, in parte validi ancora oggi. Salve due figure, rappresentanti un “pesce” di fantasia e un inesistente pesce monaco, tutte le illustrazioni si riferiscono a specie esistenti. Non sono chiari i motivi che furono alla base della realizzazione di questo volume da cui mancano molte delle specie banali di pesci, molluschi e crostacei del Mar Mediterraneo centrosettentrionale, mentre i disegni del coccodrillo del Nilo e dell’Uromastice si riferiscono, oltre ogni ragionevole dubbio, a esemplari presenti nelle collezioni ducali di animali viventi. L’opera era verosimilmente presente nella biblioteca della Grande Galleria del duca Carlo Emanuele I di Savoia, sulla base dell’Inventario del 1659.

Altre opere a Torino

Ricerche correlate

Non conosci ancora Artsupp?

Artsupp è il nuovo portale dei musei nato per riunire tutte le novità del mondo dell’arte e dei musei italiani su un’unica piattaforma.

chi siamo