spinner-caricamento
Share
fullscreen
Pluteo in pietra con decorazione a nastro intrecciato e fitomorfa
fullscreen
Capitello cubico in pietra decorato
fullscreen
Capitello in pietra con fiore ad otto petali e altri motivi fitomorfi
fullscreen
Formella centinata con albero centrale
fullscreen
Pala d'altare Vergine in trono
fullscreen
Testa di angelo
fullscreen
Altorilievo Santa Fosca
fullscreen
Altorilievo rappresentante il Compianto sul Cristo morto
fullscreen
Adorazione dei Magi
fullscreen
Scultura rappresentante la Madonna orante
fullscreen
Pozzo con grifoni rilavorato su base romana
fullscreen
Acquasantiera
fullscreen
Riccio di pastorale
fullscreen
Formella con lepre e foglia
fullscreen
Sigillo di Anastasio Patrizio
fullscreen
Transito della Vergine
fullscreen
Fibula in bronzo
fullscreen
Frammento di piatto
Pluteo in pietra con decorazione a nastro intrecciato e fitomorfa
Capitello cubico in pietra decorato
Capitello in pietra con fiore ad otto petali e altri motivi fitomorfi
Formella centinata con albero centrale
Pala d'altare Vergine in trono
Testa di angelo
Altorilievo Santa Fosca
Altorilievo rappresentante il Compianto sul Cristo morto
Adorazione dei Magi
Scultura rappresentante la Madonna orante
Pozzo con grifoni rilavorato su base romana
Acquasantiera
Riccio di pastorale
Formella con lepre e foglia
Sigillo di Anastasio Patrizio
Transito della Vergine
Fibula in bronzo
Frammento di piatto

Altre opere esposte

Descrizione

L'acquasantiera, scolpita in marmo pentelico, presenta un corpo "bulbare" con apertura circolare  superiore  e una base cilindrica. Attorno al labbro in rilievo si snoda un grosso tralcio ondulato con foglie d'edera.  Al di sotto corre, per tutta la circonferenza, una iscrizione greca in lettere capitali. Più sotto è presente una croce ai cui bracci laterali sono appese le lettere greche Alfa e Omega. Alle estremità dei bracci  sono presenti altre lettere e monogrammi. Al di sotto della croce una testa di leone con foro, molto danneggiata. 

Il pezzo si  distingue per l'elevata qualità della decorazione ed è probabilmente opera di una bottega di Costantinopoli e databile al VI secolo; questa tipologia di manufatto si collega al rito orientale di benedizione delle acque la cui esaltazione è confermata  dalla lunga  iscrizione  greca tratta dalla Bibbia (Isaia XII,3 e Salmi , XXVIII, 3). 


Altre opere a Venezia

Ricerche correlate

Cosa trovi su Artsupp

Artsupp è il portale dei musei con cui è facile scoprire arte, mostre e opere. Adesso anche i musei di Francia, Regno Unito, Olanda, Germania e Spagna possono condividere con gli utenti le loro attività.

chi siamo